Non hanno presentato la dichiarazione dei redditi e dell’Iva e hanno nascosto 300mila euro al fisco. La Guardia di finanza di Assisi li ha scoperti e denunciati come evasori fiscali totali. Sono i responsabili di una società, operante nel settore della consulenza informatica, al cui indirizzo formalmente dichiarato non è stata rilevata nessuna struttura aziendale.

Solo dopo attività di osservazione, controllo e pedinamento, i finanzieri hanno trovato la reale localizzazione dell’azienda. Le Fiamme gialle hanno accertato che la società ha omesso di presentare, negli anni 2008 e 2009, le dichiarazioni dei redditi e dell’Iva. Al termine dell’ispezione è stata accertata la sottrazione a tassazione di 300mila euro circa, un’Iva dovuta di circa 26mila euro e una maggiore base imponibile Irap di 296mila euro.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Foggia, la spesa in orario di servizio. Arrestati 5 dipendenti dell’Asl

prev
Articolo Successivo

Sequestrato il ragioniere di Berlusconi: 6 arresti. Per la Procura pagato riscatto

next