Vergognoso silenzio della maggior parte dei media nostrani su quello che sta accandendo oggi in Grecia e a Madrid. Anche in Portogallo la popolazione scesa in piazza ha bloccato i tagli  imposti dall’austerity. Perché queste notizie non vengono messe in prima pagina dai media blasonati? Hanno forse paura che la gente capisca che scendere in piazza è possibile? Hanno paura di disordini sociali? In Italia dovremo pagare il vitalizio a Fiorito e ci preoccupiamo di non dare notizie che possano portare le persone per bene a dire basta?

Seguite se potete twitter: gli hashtag per avere info sono #26sgr per la Grecia e il live streaming lo trovate qui oppure qui . In  questo momento il TT spagnolo è #volvemos26s. I cittadini vogliono radunarsi  davanti al ‘Congreso’ questa sera. Migliaia in piazza a Madrid contro governo, austerity e dittatura della finanza. Queste informazioni le ho avute tramite twitter . 
Non c’è più da meravigliarsi ma bisogna svegliarsi da questo torpore e andare a seguire personalmente le informazioni e farle girare. Intanto sempre su Twitter in molti si scagliano contro Repubblica e il Corriere rei di non dare le notizie.
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sallusti: salvarlo o arrestarlo? Sul Fatto Marco Travaglio vs Massimo Fini

prev
Articolo Successivo

Il crepuscolo di Ballarò

next