Federica Pellegrini? “Un po’ stronzetta”. Parola di Aldo Montano che, appena tornato dai Giochi di Londra 2012 dove ha conquistato un bronzo nella sciabola a squadre, ha voluto raccontare a Vanity Fair l’esperienza olimpica. “L’atmosfera in quei giorni era bellissima”, ma secondo l’atleta l’unica pecca era la nuotatrice, “snob” e “altezzosa”. Infatti ha raccontato lo schermidore: ” Se incontri uno con la tuta del tuo Paese è normale salutarsi, lei invece tirava dritto”. 

Oltre a Montano, nei giorni scorsi sui giornali circolavano le dichiarazioni di Naomi Campbell, che avrebbe detto dopo la deludente prestazione all’Olimpiade di Londra: “Federica pensi a nuotare, non a fare la top model”. Parole che però l’ex modella ha smentito. “Non ho mai parlato in alcun modo, con nessuno, di Federica Pellegrini. Le frasi che mi sono state attribuite su di lei, e sul suo desiderio di fare la modella, sono false”.  A seguito della vicenda ha poi aggiunto che ci sono agenzie di comunicazione che, “per motivi commerciali, sfruttano il mio nome. Mi hanno accusato di aver criticato il sindaco di Napoli, De Magistris, di aver parlato male di certi siti di poker online. Dovevo sposarmi in svariate città, affittare ville: tutto falso. Ora è toccato a Federica Pellegrini. Il trucco sta nel creare un falso scandalo pur di citare un prodotto o un luogo”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Arriva l’Inter, a Pescara è tutto esaurito. E i politici locali vogliono entrare gratis

prev
Articolo Successivo

Scommesse: ribaditi i 10 mesi di squalifica a Conte. Agnelli: “Sospetti confermati”

next