Con l’accusa di corruzione per l’attuale presidente del Consiglio regionale, il leghista Davide Boni, il numero degli ex assessori di Formigoni nei guai con la giustizia sale a quattro. Ma il governatore non fa una piega: “Si tratta comunque di responsabilità personali”, risponde, annunciando che la Regione si costituirà parte civile “nel caso fossero dimostrati atti dannosi nei confronti dell’istituzione”. Intanto, ospite alla presentazione del libro ‘Partiti S.p.A.’ di Paolo Bracalini, Formigoni lancia alcune idee per l’auto-riforma dei partiti. Dai bilanci trasparenti, alle primarie per legge. Per una politica nuova. di Franz Baraggino

 

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alla Camera si discute di pareggio di bilancio nella Costituzione? Sei presenti e 624 assenti

next
Articolo Successivo

Primarie di Palermo, la procura apre un fascicolo sui presunti brogli elettorali

next