“Stamattina ho lasciato il Pdl, è il mio regalo per Berlusconi”. Il deputato Pdl Santo Versace annuncia questa decisione via radio, nella trasmissione Un giorno da pecora. Il fratello del celebre stilista Gianni Versace è deputato alla Camera dal 2008, e da oggi passa al gruppo misto. “E’ una decisione che è arrivata oggi ma che maturavo da tempo”. Sulle motivazioni dice: “A me piace lavorare, e nel Pdl non hanno bisogno di uno che lavora. D’altra parte io ho cominciato a lavorare solo nel 1950, si vede che ho poca esperienza rispetto a loro”.

Ieri Versace non è andato a votare la fiducia al ministro Romano: “L’ultimo regalo che ho fatto al Pdl ieri è non andare, perché non volevo votare la fiducia”. Il sottosegretario ai Beni e alle Attività Culturali Francesco Giro assicura che Berlusconi “sarà senz’altro amareggiato” da questa scelta. Intanto l’imprenditore incassa la solidarietà di Futuro e Libertà, che ha iniziato a corteggiare il debuttato. “Mi fa molto piacere apprendere che Santo Versace ha abbandonato il Pdl” ha commentato il deputato Fli Nino Lo Presti, che più di un anno fa lasciò il Pdl. “Comprendo perfettamente il disagio del collega ad accettare pessime scelte come quella di votare la fiducia al ministro Romano” e incalza: “Futuro e libertà sarebbe lieto di accoglierlo per costruire insieme una valida alternativa di centrodestra”.

Berlusconi non lo ha chiamato, Angelino Alfano sì. Il deputato covava comunque il suo malumore da un pò di tempo. La sua defezione rivela uno stato di tensione che è lo stesso Gianni Letta a confermare: “Sono giornate intense e per certi versi turbolente”. Versace assicura: “Se alle parole seguissero i fatti, ci sarebbero almeno quindici persone che verrebbero con me nel Gruppo Misto lasciando il Pdl”. Nel giorno del compleanno del premier, l’imprenditore calabrese lo invita anche a lasciare la politica: ”Caro Silvio, è il momento di godersi la vita. Nel governo tutti vogliono bene a Berlusconi ma non lo vuole più nessuno. Nessuno lo sopporta più e tutti quanti vorremmo che si godesse la vita e ci togliesse queste preoccupazioni E’ il momento di passare la mano”.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Lo Sceriffo Gentilini attacca: “Dal governo solo promesse. La Lega? Torni quella di una volta”

next
Articolo Successivo

Farfalline in volo su Pannella & C.

next