/ Diritti

di Emanuele Salvato | 29 settembre 2016

Discriminazione, la casa è libera ma “non si affitta agli stranieri”. La denuncia di una studentessa italo-marocchina

chaimaa-fatihi_675
Diritti
Gli annunci propongono appartamenti di ogni tipo. I proprietari rispondono ma declinano appena si accorgono che a proporsi è una studentessa di origine straniera. E la ricerca di una stanza, a Parma come nella civilissima Bologna, diventa un incubo. A raccontarlo è Chaimaa Fatihi, conosciuta per la sua lettera contro l'Isis che è divenuta anche un libro

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×