/ / di

Otello Lupacchini Otello Lupacchini

Otello Lupacchini

Giusfilosofo e magistrato

Nato tanti anni or sono a Lapedona, sono cresciuto alla scuola di un colto gesuita vomitato dalla Compagnia. Addottoratomi a Bologna, poco più che ventenne, ho goduto di una certa fortuna nel foro, tra Cortina d’Ampezzo e Belluno, dove ho messo su felicemente famiglia. Sorta di moderno praetor peregrinus, ho quindi navigato perigliosamente tra Roma, Venezia, Riesi, Bologna e di nuovo Roma, incrociando eventi sanguinosi, personaggi ripugnanti e consorterie micidiali: stragi, sequestri di persona con soppressione dell’ostaggio, bombaroli neri, terroristi assassini rossi e neri, uomini d’onore sanguinari, banditi nati per uccidere e per morire ammazzati, sbirri e spioni senza scrupoli, pubblici funzionari corrotti o, peggio, dediti alla concussione, politicanti doppiogiochisti, statisti senza alcun senso dello Stato, faccendieri spregiudicati, tirapiedi in agguato per prendermi all’amo. Almeno sin qui, ho resistito alle astuzie gaglioffe ed ho anche rassegnato le mie eclettiche esperienze ad articoli (Metodo e linguaggio letterario come strumento di narrazione del fatto processuale, 2013; Governare con la paura, 2014; Nell’Italia del Terzo Millennio, c’è ancora spazio per il Terzo Potere?, 2015), saggi (Banda della Magliana, Koinè Nuove Edizioni 2004; Il ritorno delle Brigate Rosse, Koinè Nuove Edizioni 2005; 12 Donne un solo Assassino, con Max Parisi, Koinè Nuove Edizioni 2006; Impronte Criminali, Koinè Nuove Edizioni 2015; In Pessimo Stato, 2015) e anche ad un romanzo (Malagente, 2009).

Blog di Otello Lupacchini

Giustizia & Impunità - 23 aprile 2017

Mafia Capitale, le tre maschere di Massimo Carminati

Sono convinto, per dirla con le parole di Oliver W. Holmes, che per “diritto” si debbano intendere “le previsioni di ciò che i tribunali effettivamente faranno, e nient’altro di più pretenzioso”, ma non per questo mi spingerò a prevedere ciò che farà il tribunale di Roma nel processo a Mafia Capitale, a proposito della prospettazione accusatoria […]
Giustizia & Impunità - 30 marzo 2017

Carminati e Buzzi, il potere delle mafie su pubblico e privato

Nel corso dell’interrogatorio di Massimo Carminati, protagonista principale del processo alla cosiddetta Mafia Capitale, che, a dire del sedicente “vecchio fascista degli anni 70”, se non ci fosse stato lui a farlo diventare una “cosa seria”, sarebbe stato una “cosa ridicola”, l’imputato ha dichiarato di “volere bene” al sodale Salvatore Buzzi, pur senza sebbene comprenderne […]
Mondo - 27 marzo 2017

Attentato Londra, le ragioni di un jihadista moderno

Khalid Masood, il cinquantaduenne attentatore di Westminster, secondo la polizia londinese, avrebbe agito da solo: ad oggi non sarebbero emersi legami con i network del terrorismo. “Crediamo”, hanno precisato i responsabili delle indagini, “che Masood abbia agito da solo” poiché “non sembra abbia avuto complici”, e hanno aggiunto: “Le ragioni forse non le sapremo mai”. […]
Politica - 22 marzo 2017

Augusto Minzolini salvato da un cavillo del 1946

Nel pieno della polemica sulla fondatezza delle ragioni che hanno indotto l’Assemblea del Senato a rovesciare l’esito negativo preconizzato, nell’affaire Minzolini, dalla Giunta delle Elezioni e per l’Immunità, mi è capitato di interloquire non già sulla fondatezza di quelle ragioni, quanto piuttosto sulla questione, ben più importante, se tra i poteri conferiti alla Camera di […]
Politica - 18 marzo 2017

Minzolini, perché il suo salvataggio è un caso di una semplicità sconcertante

È ormai noto da secoli che incultura, selezioni inadeguate, interesse corporativo, garantiscono vita lunghissima al malcostume furbesco, sicché, là dove mancano protocolli in qualche modo verificabili, chiunque voglia sentenzia “pro amico”. Sono lì a testimoniacelo Michel Eyquem sieur de Montaigne e Gottfried Wilhelm Leibniz. Quando, tuttavia, i testi parlano chiaro, commentatori dal talento acrobatico provvederanno […]
Società - 14 marzo 2017

Politica e potere, è giusto ingannare il popolo (a fin di bene)?

Nel 1778, la Reale Accademia Prussiana di Scienze e Lettere, sollecitata dallo stesso Federico II, bandiva un concorso per un saggio sulla questione, se torni utile al popolo essere ingannato: un tema le cui origini sono antiche, ma la cui presenza si rivela costante nel dibattito filosofico moderno e contemporaneo. Fréderic de Castillon, premiato come […]
Cultura - 27 febbraio 2017

‘Gli uomini di Mussolini’ salvati dalla Repubblica italiana

Compito della storia è avvicinarsi il più possibile alla verità, cercando di contribuire a far luce sui “fatti”, su “tutti i fatti”, anche su quelli non graditi alle posizioni politiche di ciascuno: lo storico non deve né condannare né assolvere né stabilire chi abbia torto o chi abbia ragione, bensì sottoporre a revisione il passato, […]
Giustizia & Impunità - 17 febbraio 2017

Mafia Capitale, un consiglio per quelli che parlano di ‘bolla di sapone’

Di fronte alle 116 richieste di archiviazione avanzate dalla Procura di Roma di cui 113 accolte, nell’ambito del procedimento relativo al cosiddetto “Mondo di mezzo”, taluno ha parlato di “fiction della mafia”, “la spia di Mafia Capitale che crolla” e  altri di “bolla di sapone di Mafia Capitale”, sottolineando come “a quasi due anni dall’inizio del grande […]
Mondo - 30 gennaio 2017

Donald Trump mantiene le sue promesse. Ma è giusto resistergli?

Donald Trump mantiene le promesse fatte in campagna elettorale, prime fra tutte la stretta sull’immigrazione. Aveva promesso di usare l’immenso potere del presidente degli Stati Uniti per minacciare le città-santuario, cioè chiuse, proibite, fondate sull’esclusione, che rifiutano di consegnare i loro profughi per l’arresto, la prigione, l’espulsione. E lo sta effettivamente facendo. Alla politica che […]
Cultura - 26 gennaio 2017

‘Il concilio d’amore’, tra Dio e il Papa si salva solo il Diavolo

Alcuni giorni or sono, mi è capitata fra le mani la sentenza con la quale, correva l’anno 1895, il Tribunale Reale Regionale di Monaco I, condannò il dottor Oskar Panizza di Kissingen, per oltraggio alla religione a mezzo stampa, alla pena di un anno di detenzione, disponendo altresì che venissero distrutti “gli esemplari dello scritto […]
Abruzzo, caso “Pescaraporto”: il governatore D’Alfonso di nuovo indagato. Con lui altri quattro
Anticorruzione, parla Cantone: “Comma su appalti cancellati? Si è fatta retromarcia su molte cose”

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×