/ / di

Monica Frassoni Monica Frassoni

Monica Frassoni

Co-Presidente del Partito Verde Europeo

Sono nata in Messico, adoro ballare la salsa e mangiare piccante.
Ho studiato scienze politiche a Firenze e sono arrivata a Bruxelles nel 1987, per fare la Segretaria generale dei Giovani federalisti (JEF), sezione giovanile del Movimento federalista europeo fondato tra gli altri da Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi. Nel 1990, ho cominciato a lavorare al neonato Gruppo dei Verdi al Parlamento europeo, con Adelaide Aglietta e Alex Langer. Sono stati anni di grande fermento per l’Europa, da Maastricht, alla Carta dei diritti fondamentali, alla battaglia per la costituzione europea. Nel 1999, sono stata eletta deputata europea nelle liste di ECOLO, i Verdi belgi, prima italiana eletta all’estero, un evento veramente sorprendente, almeno per me. Nel 2004 sono stata rieletta, questa volta con i Verdi italiani. Dal 2002 al 2009 ho presieduto il Gruppo dei Verdi con Daniel Cohn-Bendit, un vero fenomeno di simpatia e originalità dalle manifestazioni del ’68 in Francia ad oggi.
Nel 2006 ho guidato due missioni di osservazione elettorale della UE in Bolivia e in Venezuela e da allora mi interessa molto il tema dell’assistenza elettorale ai paesi in via di sviluppo. Con un simpatico gruppo di esperti europei di osservazione elettorale, ho co-fondato ECES, « European Center for Electoral Support ». Infine, dal 2010 lavoro con un gruppo di imprese e think tanks nella « Alleanza europea per l’efficienza energetica » EUASE, di cui sono Presidente.

Blog di Monica Frassoni

Mondo - 20 ottobre 2017

Austria, perché i Verdi hanno perso le elezioni

Delle elezioni in Austria si parla per lo più della vittoria di Sebastian Kurz e dell’estrema destra. Ma c’è un altro elemento che vale la pena discutere. Perché i Verdi austriaci hanno perso le elezioni? Perché un partito che nel 2016 è riuscito, dando prova di una forte coesione, a sostenere due campagne presidenziali molto […]
Zonaeuro - 3 ottobre 2017

Referendum Catalogna, come l’Europa gestisce due nazionalismi sordi

Ricorderemo il 1 ottobre 2017 come un giorno buio della storia spagnola e non solo. Le autorità del governo centrale di Madrid hanno infatti voluto opporsi al referendum per l’indipendenza della Catalogna non solo semplicemente disconoscendone la validità – cosa che la maggior parte dell’opinione pubblica e le istituzioni vedono chiaramente – ma tentando di impedirlo […]
Mondo - 25 settembre 2017

Elezioni in Germania, virata a destra e sfida da brivido per i Verdi

I risultati delle elezioni politiche tedesche confermano il timore di molti che la certezza della vittoria di Angela Merkel avrebbe liberato la strada all’estrema destra: e infatti, per la prima volta dal 1945, l’estrema destra rientra nel Bundestag. L’Alternativ für Deutschland, con il 12,6% dei voti, si piazza al terzo posto tra i partiti più votati […]
Politica - 7 settembre 2017

Migranti, dopo la decisione della Corte di giustizia Ue tutti i Paesi facciano la loro parte

Ieri 6 settembre a Lussemburgo la Corte di giustizia dell’Unione europea ha respinto il ricorso di Ungheria e Slovacchia sul sistema di ricollocazione dei migranti, che prevede che venga trasferito a ogni Stato membro un numero di persone dai paesi di primo arrivo secondo un sistema pattuito di quote. Si tratta di una risposta chiara […]
Politica - 25 agosto 2017

Migranti sgomberati a Roma, c’era una volta la sinistra che difendeva i diritti

I sociologi e gli storici a venire, fra cinquant’anni, riusciranno meglio di noi a spiegare quello che abbiamo visto ieri in piazza Indipendenza e tutto quello che sta succedendo negli ultimi anni, soprattutto nel mondo occidentale. Quello che è già oggi sotto gli occhi di tutti è che, in pochissimo tempo, noi che avevamo dato […]
Zonaeuro - 8 marzo 2017

Migranti, se i valori europei vengono indeboliti dall’Europa stessa

Passato un po’ sotto silenzio nella tempesta incessante di notizie, ieri si è verificato un evento grave che costituirà un precedente estremamente preoccupante per il futuro. La Corte di giustizia dell’Unione europea ha rifiutato di obbligare gli Stati membri a concedere visti umanitari in forza del diritto comunitario. Il caso in questione era quello di […]
Zonaeuro - 17 febbraio 2017

Trattato Ue-Canada, il Parlamento approva. Ma non è una vittoria

Il Parlamento europeo ha approvato l’Accordo economico e commerciale globale Ue-Canada (Ceta) con ben 408 voti a favore, 254 contrari e 33 astenuti. È solo la tappa più recente della travagliata storia del Ceta, iniziata nel 2009: l’ultimo “intoppo” era stato il veto della piccola Vallonia (regione francofona del Belgio), una storia che i media […]
Politica - 10 gennaio 2017

M5S e il no dei liberali-democratici in Ue, ma quale establishment?

E così, dopo i Verdi, anche i Liberali hanno respinto l’adesione del Movimento Cinque stelle al loro Gruppo al Parlamento europeo. Sarebbe un errore pensare che queste decisioni siano state prese in modo superficiale o per partito preso. Almeno per quanto riguarda i Verdi, i quali hanno seguito un metodo diverso da quello di Guy […]
Ambiente & Veleni - 5 ottobre 2016

Clima, oggi si festeggia. Ma la ratifica degli accordi non è stata scontata

Ieri, giusto in tempo per poter fare parte a pieno titolo della Cop22 a Marrakesh, il Parlamento europeo ha ratificato a stragrande maggioranza (610 voti a favore, 38 contrari e 31 astenuti) per l’Unione l’accordo sul la riduzione delle emissioni raggiunto l’anno scorso a Parigi. La Cop21 si era chiusa nel dicembre 2015 con un […]
Economia & Lobby - 2 maggio 2016

Ttip, la Commissione europea difende i nostri interessi?

I documenti pubblicati stamattina da Greenpeace sul mandato Usa per il Trattato Transatlantico, anche se non sono recentissimi, provano che le posizioni dei negoziatori sono molto più lontane rispetto a quello che la Commissione europea è pronta a riconoscere pubblicamente. In queste circostanze, insistere che i negoziati stanno andando benone e che tutto sarà finito entro quest’anno, […]
Siria, un drone vola sulle rovine di Raqqa. L’ex roccaforte dell’Isis tra macerie e rovine senza vita
Elezioni in Repubblica Ceca, “Babisconi” verso la vittoria: miliardario e populista, rinforzerebbe il fronte euroscettico a Est

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×