/ / di

Lidia Undiemi Lidia Undiemi

Lidia Undiemi

Dottore di ricerca in diritto dell'economia

Autrice del libro Il ricatto dei mercati edito da Ponte alle Grazie. Sono consulente tecnico in materia di outsourcing e operazioni di societarizzazione. Sono dottore di ricerca in Diritto dell’Economia e mi sono laureata in Economia e Commercio (2003) presso l’Università di Palermo. Ho realizzato diverse pubblicazioni sul tema della tutela del lavoratori coinvolti in operazioni di outsourcing attuate dalle grandi aziende, e a tal fine ho condotto molte indagini sul campo, dal settore dei call center a quello della pubblica amministrazione. Dal 2011 ho iniziato un ulteriore percorso di studi circa l’evoluzione della crisi economica europea con particolare riferimento alle trasformazioni del rapporto fra Stato, Democrazia e Organizzazioni internazionali. Partecipo a incontri e convegni, anche universitari, su entrambi i fronti.

Blog di Lidia Undiemi

Lavoro & Precari - 11 marzo 2017

Lavoratori ceduti come merci, il mio appello contro le esternalizzazioni

Circa dieci anni fa ho iniziato una battaglia sul campo contro l’abuso delle esternalizzazioni realizzato con lo scopo di procurare un danno ingiusto ai lavoratori, che in base alla legge attuale – almeno così la si interpreta – possono essere ceduti senza il loro consenso dalla società che li ha assunti ad un’altra società di […]
Zonaeuro - 9 febbraio 2017

Conti pubblici: Italia commissariata e svenduta, ma la priorità è la Raggi

Allarme spread! Bisogna tagliare il debito pubblico e attuare nuove privatizzazioni! Ci risiamo, con il pretesto di uno starnuto dei ‘mercati’, la politica è pronta a mettere nuovamente le mani in tasca allo Stato, replicando gli interventi già sperimentati in passato e che si sono rivelati utili per la finanza internazionale, e dannosi per la […]
Referendum Costituzionale - 30 novembre 2016

Referendum, il Sì è l’attacco finale dei mercati al benessere dei lavoratori

La riforma della Costituzione per cui siamo chiamati ad esprimerci mira a creare un accentramento del potere in mano a pochi, capitanati dal premier di turno. E’ un attacco alle fondamenta democratiche del Parlamento e delle istituzioni in generale, consegnate nelle mani di una “abusiva” maggioranza frutto dell’Italicum. Sulle ragioni del “No” alle modifiche istituzionali vi […]
Zonaeuro - 22 settembre 2016

Ue, il declino dell’Unione? Già pianificato, ma è pronto il nuovo regime

Sostengo da anni ormai che il declino dell’Ue è un evento inevitabile poiché programmato, con buona pace di chi continua a sostenere il “più Europa”, o di chi vorrebbe farlo digerire alle masse come un qualcosa che non poteva essere previsto e frutto di insanabili divergenze politiche fra i leader dei paesi europei. In un […]
Referendum Costituzionale - 16 settembre 2016

Referendum costituzionale, diffidare di mercati e ambasciatori

Mi chiedo perché molti si siano accorti soltanto adesso che siamo dentro a un sistema di governance internazionale in cui le agenzie di rating, la Troika e, finanche, ambasciatori, si sentono in diritto di “dettare legge” nei Paesi europei. Ho scritto un libro sull’argomento, scegliendo proprio come titolo Il ricatto dei mercati (qui un’intervista per questo […]
Politica - 7 settembre 2016

M5s: per il caso Roma Grillo ha la soluzione, deve solo usarla

Non nutro particolare interesse per fatti di cronaca riguardanti questo o quel politico (“domani” non se ne parlerà più), però sul “caso Raggi” qualche parola vorrei spenderla, qualcosa che possa andare al di là del fatto in sé. In casi come questi il M5s commette il grave errore, che rischia di divenire fatale, di considerare sufficiente la scelta di […]
Zonaeuro - 24 giugno 2016

Brexit, l’Unione europea non è riformabile. E in Italia cosa farà il M5S?

Il declino dell’Unione europea e il ritorno alla sovranità nazionale sono i due più importanti processi politici a livello europeo attualmente in atto (li ho ampiamente spiegati nel libro “Il ricatto dei mercati”), e non sono certo iniziati con l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea. Tutti sanno che la prima fase del declino dell’UE è iniziata con […]
Mondo - 17 maggio 2016

Jobs Act alla francese, ribellarsi alla prepotenza del capitale è lotta di classe

Mi batto da anni per porre all’attenzione dell’opinione pubblica come dietro all’attuale scontro fra Stati e mercati (ben rappresentati dalla Troika) si cela un pesante attacco del capitale al lavoro, che deve necessariamente passare per un indebolimento delle democrazie nazionali. Non è un caso, infatti, che le principali riforme richieste dai mercati, mediati dalla Troika, abbiano riguardato […]
Lavoro & Precari - 31 marzo 2016

Call center, l’insostenibile pesantezza della vita ‘in appalto’

Infiammano le proteste dei lavoratori Almaviva, Uptime e Gepin: le parti sociali stanno tentando di trovare una soluzione per evitare l’impatto devastante del licenziamento di migliaia di operatori di call center. La vertenza più rilevante sotto il profilo del numero di lavoratori coinvolti è certamente il colosso Almaviva, che ha dichiarato circa 3000 esuberi, di cui […]
Lavoro & Precari - 20 gennaio 2016

Call center, sicuri che la clausola sociale tuteli i lavoratori nei cambi di appalto?

In questi giorni si discute tanto della clausola sociale a tutela degli operatori di call center nei casi di successione di appalti: “In caso di successione di imprese nel contratto di appalto con il medesimo committente e per la medesima attività di call center, il rapporto di lavoro continua con l’appaltatore subentrante, secondo le modalità e […]
Lavorare in appalto, la storia di Tina che non vuole rassegnarsi a cucinare senza amore
Voucher, Boeri: “Limitarli solo alle famiglie? Sarebbe come cancellarli”

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×

Garantire la libertà de ilfattoquotidiano.it costa il prezzo di un cappuccino alla settimana.
Sostieni il nostro giornalismo a 60 euro l’anno o 5,99 euro al mese.

Diventa sostenitore
×