“Ci hanno portati al seggio con l’auto del centro di accoglienza, un po’ per volta. Ci hanno detto di andare a votare per la terza persona sulla scheda (Renzi, ndr)”. Lo racconta alle telecamere di Fanpage, un giovane migrante ospite del centro di accoglienza si San Vito di Ercolano, in provincia di Napoli. Nell’intervista il volto del migrante è oscurato per non renderlo identificabile. “Quelli del centro – racconta ancora – ci hanno detto di andare a votare, nessuno di noi sapeva perché. Ci hanno dato i documenti e i due euro. Ha votato una sessantina di noi. Hanno detto che per noi migranti era importante votare. Io l’ho fatto perché ho sperato che mi aiutasse a ottenere il permesso di soggiorno”.  Domenica era stato notato in uno dei seggi di Ercolano per le primarie dem un folto gruppo di extracomunitari in fila, presenza che il sindaco Ciro Buonajuto aveva commentato come “importante segno di integrazione e di partecipazione”, sottolineando come quegli immigrati fossero ben inseriti nel tessuto sociale e civile.