I controlli giurisdizionali sull’attività delle procure? Ci sono già”. A margine di una conferenza stampa dell’Associazione nazionale magistrati, è il presidente Piercamillo Davigo a replicare alle parole pronunciate nel corso della cerimonia d’apertura dell’anno giudiziario dal presidente della Cassazione, Giovanni Canzio. Che ha criticato anche le inchieste “già di per sé troppo lunghe” e le “distorsioni del processo mediatico” favorite anche dalla “spiccata autoreferenzialità” di alcuni magistrati. “La richiesta di proroga delle indagini, le misure cautelari reali o personali sono comunque ricorribili davanti a un giudice. Poi bisognerebbe sapere che cosa intende”, ha sottolineato Davigo.