Yahoo, il gruppo dei servizi internet nato nel 1994, cambia nome in Altaba e perde l’amministratore delegato Marissa Meyer. La svolta arriva dopo il caso degli attacchi hacker alla sua rete, che nei mesi di settembre e dicembre hanno colpito un totale di 1,5 miliardi di utenti, e sarà operativa una volta conclusa la vendita delle sue attività internet (compresa la posta elettronica) a Verizon per 4,8 miliardi di dollari.

Fuori dall’accordo con Verizon resta la partecipazione di Yahoo nel gruppo cinese Alibaba (15%) e in Yahoo Japon. Il nuovo nome scelto dalla società, che compare nei documenti presentati all’autorità di controllo sulla borsa Usa (la Sec) deriva proprio dalla crasi tra Alibaba e “alternate”, “alternativa”. A significare, secondo il Washington Post, che le azioni Altaba saranno una valida alternativa a quelle di Alibaba per gli investitori.
La società ha anche annunciato che, a cessione completata, il consiglio di amministrazione sarà ridotto a cinque membri dagli undici attuali. Oltre a Mayer, lascerà la direzione anche uno dei cofondatori di Yahoo, David Filo. Il presidente di Altaba sarà Eric Brandt, che andrà a sostituire Maynard Webb.