Sua madre non ce l’ha fatta, uccisa dai bombardamenti che hanno distrutto completamente la loro casa. Per fortuna i soccorsi sono riusciti ad estrarre vivo il piccolo orfano, ennesima vittima della battaglia che dal 19 luglio 2012 si combatte per il controllo della città siriana di Aleppo. Nel corso dell’ultimo bombardamento delle forze russo-governative, riporta la Bbc, sono stati colpiti un ospedale pediatrico e un centro di trasfusioni ad Aleppo est. Sono rimaste uccise almeno 21 persone. Secondo il direttore dell’ospedale Bayan, citato dall’emittente britannica, nei raid sono state colpite anche delle ambulanze e tra le vittime ci sono anche 5 bambini