Sua madre non ce l’ha fatta, uccisa dai bombardamenti che hanno distrutto completamente la loro casa. Per fortuna i soccorsi sono riusciti ad estrarre vivo il piccolo orfano, ennesima vittima della battaglia che dal 19 luglio 2012 si combatte per il controllo della città siriana di Aleppo. Nel corso dell’ultimo bombardamento delle forze russo-governative, riporta la Bbc, sono stati colpiti un ospedale pediatrico e un centro di trasfusioni ad Aleppo est. Sono rimaste uccise almeno 21 persone. Secondo il direttore dell’ospedale Bayan, citato dall’emittente britannica, nei raid sono state colpite anche delle ambulanze e tra le vittime ci sono anche 5 bambini

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Usa, si dimette direttore dell’Intelligence Community: è il 1° addio post Obama

next
Articolo Successivo

Iraq, autobomba esplode alla festa di nozze: “Almeno 40 morti e 60 feriti”

next