Evacuazione totale per la passerella di Christo sul lago d’Iseo. A poche ore dall’inaugurazione, intorno alle 19 di sabato 18 giugno è scattato il codice rosso per l’allarme maltempo in arrivo dalla bergamasca, il più temuto per la violenza dei temporali che può provocare, noti con il nome di “Sarneghera”. Nei giorni scorsi erano emerse le preoccupazioni espresse durante i tavoli tecnici in Prefettura per i piani di sicurezza ed emergenza in caso di condizioni meteo avverse e di evacuazione di un numero elevato di persone dalle passerelle galleggianti. Il ponte di Christo è stato reso nuovamente agibile nel tratto più vicino a Sulzano, mentre restano chiusi i due tratti più lontani che da Montisola portano all’isolotto di San Paolo.

Il primo giorno di apertura è stato un successo di pubblico per la passerella dell’artista bulgaro. Nel pomeriggio, a causa del grande afflusso di visitatori, la società The Floating Piers ha sconsigliato di recarsi sul lago fino al giorno successivo. Per l’Areu, azienda regionale di emergenza e urgenza, l’organizzazione sanitaria è stata gestita nel complesso in modo “adeguato”. Il 118 fa sapere di aver eseguito, nella prima giornata di apertura di The Floating Piers, oltre 40 interventi di minore gravità e due per pazienti ricoverati con codice rosso dopo il soccorso effettuato con l’elicottero.