Era nella stazione di Milano Certosa, quando alle 7.48 un Frecciarossa l’ha investita. Una ragazza di 19 anni, Lisa Digrisolo, stava cercando di attraversare i binari, ma indossava le cuffie e probabilmente non ha sentito l’arrivo del treno ad alta velocità. Il convoglio proveniva da Torino ed era diretto a Napoli e la ragazza è morta sul colpo. I suoi profili social raccontano che Lisa lavorava come modella.

Attorno al punto dell’impatto gli agenti della Polfer, che stanno svolgendo gli accertamenti, hanno trovato diversi quaderni. Non è chiaro, però, se si tratti di materiale scolastico o di un book fotografico che spesso le ragazze portano con sé per andare ai casting. Secondo quanto accertato dagli investigatori, la ragazza stava raggiungendo la seconda banchina nella stazione Certosa quando è stata travolta dal Frecciarossa. A causa della tragedia, spiegano da Ferrovie dello Stato in una nota, la circolazione ha subito rallentamenti fino a 40 minuti dalle 7.50 alle 11 nel nodo di milanese sulla linea Alta velocità Torino-Milano e sulle S6 Novara e S5 Varese. Lo stop del treno è stato necessario per consentire all’autorità giudiziaria di effettuare i rilievi di rito.

L’incidente avviene a qualche settimana da quello di Antonina Chapkina, ballerina 26enne della Scala, che lunedì 4 aprile, verso mezzogiorno, era stata urtata dal tram 5 in piazza Duca D’Aosta. Portata in gravi condizioni al pronto soccorso del Niguarda, era stata sedata e sottoposta a una tac all’encefalo che aveva dato esito negativo. Dopo due giorni nel reparto protetto di terapia subintensiva, le sue condizioni sono migliorate. L’impatto le ha procurato delle fratture al massiccio facciale, cioè la parte inferiore e anteriore del cranio, in particolare lo zigomo e l’orbita oculare. Nata a Mosca il 20 marzo 1990, di recente Antonina Chapkina si è esibita al Teatro alla Scala con Roberto Bolle interpretando Cenerentola nel balletto Cinderella, e la danzatrice araba nello Schiaccianoci di Nacho Duato.

Sempre a Milano, all’altezza della stazione Greco Pirelli, il 14 aprile scorso due writer sono stati travolti da un treno in corsa. Naryshev Svyatoslav, 19enne di nazionalità russa, ma cittadino italiano, è rimasto ucciso. L’amico di 21 anni è rimasto ferito alla gamba.