Una forte scossa di terremoto di magnitudo 7.9 sulla scala Richter, si è verificata al largo dell’isola di Sumatra, nell’Indonesia sud- occidentale. Lo ha riferito l’Istituto geologico degli Stati Uniti, affermando che l’ipocentro è stato individuato a dieci chilometri di profondità. La scossa ha fatto scattare l’allerta tsunami, ritirata poco dopo.

Secondo il sismologo Alberto Michelini, direttore del Centro Nazionale Terremoti dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), il meccanismo che ha scatenato la scossa “ha generato un movimento orizzontale tra le placche e di conseguenza non c’è stato un innalzamento e un successivo abbassamento del fondale marino”. Il sismologo ha spiegato che “le analisi confermano che il terremoto è sicuramente avvenuto su una faglia di tipo trascorrente”: un meccanismo noto e simile a quello della faglia di Sant’Andrea, in California che “di solito non causa grandi tsunami“.