Jorge Lorenzo ha fatto segnare il miglior tempo nella seconda sessione di prove libere del Gp di Valencia che decreterà il vincitore del Mondiale della MotoGp 2015. Con il tempo di 1.31.111, il pilota spagnolo della Yamaha ha preceduto di 0.266 centesimi il connazionale Dani Pedrosa su Honda e di 0.333 Andrea Iannone, pilota della Ducati.

Valentino Rossi, che ha utilizzato due differenti tipi di mescole, realizza il quarto tempo a 0.364 dal compagno di squadra e principale sfidante per il titolo. Il Dottore ha preceduto Marc Marquez, quinto a 0.370 dal maiorchino. Da segnalare l’ottimo sesto posto di Danilo Petrucci, su una Ducati del Team Pramac, staccato meno di 5 decimi da Lorenzo.

Intervistato da Sky Sport al termine della prima giornata di prove libere, Rossi si è mostrato “abbastanza soddisfatto, è stata una giornata positiva. Oggi pomeriggio – ha aggiunto – abbiamo provato altre cose che mi hanno aiutato, sono riuscito anche a migliorare il mio tempo nonostante sia un po’ più difficile perché fa più caldo. Abbiamo usato le gomme dure che possono essere un’opzione per la gara, soprattutto perché dovrò cercare di andare forte fino alla fine. Sono abbastanza veloce e riesco a guidare bene, abbiamo trovato un buon setting“. Poi alla domanda su quale sia il suo attuale stato d’animo il Dottore ha commentato: “Sono ancora infastidito da quello che è successo: mi tira il culo quando giro”, espressione gergale romagnola per indicare uno stato di nervosismo personale. Il giornalista di Sky ha poi consegnato a Valentino una maglia dell’Inter, sua squadra del cuore, con il numero 46, il suo nome e l’#IostoconVale. “Grazie e forza Inter”, ha detto il campione pesarese.

“Ho iniziato con un pneumatico vecchio dietro ed è un grande segnale per la gara, che sarà molto lunga, essere riuscito a fare tanti giri”. Lorenzo ha commentato così sempre ai microfoni di Sky. “Se trovi un giusto settaggio con le gomme vecchie è positivo, poi con la nuova siamo migliorati molto e sono soddisfatto. Vediamo domani come posso migliorare e come saranno messi gli altri”, ha aggiunto lo spagnolo della Yamaha.