Noyz Narcos è stato assolto dall’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Il rapper era stato arrestato lo scorso 18 giugno dalla polizia di Milano, che aveva trovato nell’appartamento dove vive in affitto alcune dosi di marijuana e hashish. Noyz Narcos – nome d’arte di Emanuele Frasca, 36enne di Roma, rimesso in libertà poche ore dopo l’arresto – è stato processato giovedì 24 settembre con rito abbreviato dal Tribunale di Milano. Il suo difensore, l’avvocato Niccolò Vecchioni, aveva chiesto l’assoluzione sostenendo che la droga era “per uso personale“.

Lo scorso 18 giugno gli agenti erano stati attirati nella casa in via Salvator Rosa, nel quartiere popolare di Quarto Oggiaro, dal forte odore di marijuana che arrivava anche in strada. E lo avevano sorpreso mentre fumava davanti alla televisione. Hanno quindi perquisito l’appartamento, dove il rapper vive con il suo agente e coinquilino, sequestrando la sostanza stupefacente e un bilancino di precisione. Oggi il vice procuratore onorario ha chiesto la condanna del rapper a 4 mesi di reclusione. Il giudice, invece, lo ha assolto. “Si tratta di una sentenza giusta e condivisibile – ha spiegato l’avvocato Vecchioni – Il mio assistito vive grazie alla sua musica, non ha certo bisogno di spacciare marijuana per guadagnare del denaro”.