Joaquin vorrebbe tornare in Spagna al Betis Siviglia, la squadra in cui è cresciuto e in cui ha giocato dal 2000 al 2006. Ma la Fiorentina e il suo tecnico Paulo Sousa non ci sentono: la dirigenza viola non sembra intenzionata nemmeno a sedersi al tavolo della trattativa con il club andaluso, il neo allenatore pare addirittura intenzionato a schierarlo nell’undici titolare nella prima di campionato di domenica sera al Franchi contro il Milan.

E’ davvero singolare la situazione dell’esterno offensivo spagnolo, amatissimo dai tifosi che nei giorni scorsi gli hanno dedicato un commovente striscione per convincerlo a restare a Firenze. Acquistato due estati fa dalla Fiorentina che lo prelevò dal Malaga per due milioni di euro, Joaquin sente che ormai la sua avventura italiana è giunta alla conclusione.

Il suo contratto con i viola scade il 30 giugno 2016, ma nel frattempo il Betis gli ha già offerto un triennale: una proposta di fronte alla quale il 34enne andaluso non può certo rinunciare. Ma la Fiorentina non molla e, come già accaduto per Salah, Neto e Montolivo, si prepara a un altro braccio di ferro con un suo giocatore.