“Sospetta embolia polmonare“. E’ questa, stando al freddo comunicato della federazione, la causa della morte di Chiara Pierobon, ventiduenne ciclista della Top Girls Fassa Bortolo. La giovane atleta è morta mentre era in trasferta in Germania Germania per partecipare allo Sparkassen Giro, settima prova di Coppa del Mondo. A comunicare il decesso è stata, appunto, la Federciclismo: “A seguito di un malore improvviso avvertito durante il viaggio, Chiara è stata trasportata all’ospedale Ingolstadt, dove si è spenta per sospetta embolia polmonare”. Nata il 21 gennaio 1993 a Mirano, Chiara Pierobon si era messa in luce tra le migliori promesse del vivaio giovanile vincendo il Campionato Italiano su strada nel 2006, i titoli italiani della corsa a punti e della velocità nel 2007. Nella scorsa stagione era stata convocata dal ct Edoardo Salvoldi nella nazionale per i Mondiali di Ponferrada. Sabato 8 agosto avrebbe dovuto partecipare con la maglia azzurra alla prova in linea del Campionato Europeo a Tartu, in Estonia. Il presidente della Fci Renato Di Rocco ha espresso lo sgomento e la sua vicinanza ai famigliari e alla Top Girls Fassa Bortolo.