I più giovani neanche se ne accorgeranno, ma per chi oggi viaggia sulla quarantina è un tuffo nel passato. Sul mercato degli smartphone è comparso un nuovo brand che con i cellulari non c’entra nulla, ma che negli anni Ottanta ha spopolato tra i giovanissimi. Si tratta di Commodore che ha accompagnato per mano una generazione nel mondo dell’informatica e dei videogame.

Oggi non ha più nulla a che fare con la vecchia azienda e rivive grazie all’iniziativa di due italiani, Massimo Canigiani e Carlo Scattolini che hanno registrato il marchio Commodore Business Machines Limited nel Regno Unito. I due imprenditori hanno acquisito i diritti del brand nel mercato mobile in 38 paesi e si apprestano a lanciare questa settimana il nuovo smartphone inizialmente in Italia, Germania, Francia e Polonia per allargarsi poi al resto d’Europa e agli Stati Uniti.

Il nuovo Commodore Pet (Personal electronic transactor, il vecchio nome del primo computer che giocava sull’acronimo Pet, l’animale domestico in inglese) è un Android in alluminio con un display da 5,5 pollici. Dotato di una fotocamera Sony a 13 Mp, può sfornare immagini con una risoluzione fino a 4096×2304 pixel e video fino a 1080p in alta definizione. La camera frontale è a 8 Mp, inoltre lo smartphone è fornito anche di dual Sim con connettività 4G. Tra le funzionalità previste c’è Daydream, la feature di Android che permette di scegliere le informazioni che compaiono sul display durante il caricamento e un sistema di comando che permette di interagire con Pet scuotendolo.

Anche se la nostalgia del passato non vuole essere il “core” dello smartphone, non manca un legame con il vecchio pc. Così Pet, che utilizza una versione custom di Android Lollipop 5.0, ha preinstallati due emulatori per i giochi del Commodore 64 e Amiga. Pet si presenterà in due versioni: una con memoria interna da 16Gb e 2 di Ram al prezzo di 300 dollari, mentre la seconda costerà 365 dollari e avrà 32 Gb di memoria con altri 3 di Ram.

Difficile dire se l’operazione avrà successo, di sicuro in molti butteranno l’occhio su questo smartphone cercando di ritrovare i loro giochi preferiti. Il Commodore 64 è stato infatti uno dei pc più venduti di tutti i tempi.