Non è un Salone nell’accezione tradizionale del termine, quello del Parco Valentino a Torino. Piuttosto è un’esposizione all’aperto di modelli selezionati, sistemati su pedane – democraticamente identiche per tutti, che si tratti della Ferrari 488 GTB o della Suzuki Swift – disposte lungo la strada asfaltata che circonda il Castello del Valentino. Un’esposizione pubblica e gratuita, aperta fino a mezzanotte dall’11 giugno a domenica 14. Così, fra i torinesi che fanno jogging, passeggini e biciclette, i curiosi possono vedere dal vivo supercar come la Pagani Zonda Revoluciòn, le Lamborghini Aventador e Huracàn, la McLaren 570S e l’elettrica Tesla Model S, ma anche auto più “normali” come la Fiat 500 Vintage ’57, le Abarth 695 Biposto e 595 Competizione, le BMW M3, M4, X6 M, l’Alfa Romeo 4C, la Lotus Elise, la Land Rover Defender 90 Heritage, la Kia Soul elettrica e la Lexus NX Hybrid.

Torino, Parco Valentino Salone e Gran Premio 2015 sera

Oltre alle auto più o meno di serie, nel verde del Parco del Valentino sono esposti anche diversi prototipi esposti dai carrozzieri e centri stile torinesi, che hanno risposto con entusiasmo alla proposta dell’imprensitore Andrea Levy di riportare nel capoluogo piemontese un evento dedicato all’automobile, dopo l’ultimo Salone di Torino nel 2000. Pininfarina, Italdesign, Fioravanti e I.de.a Insititute (così come il Politecnico e lo Ied) espongono i loro studi, ma Up Design di Umberto Palermo e Torino Design di Roberto Piatti fanno di più, mostrando in anteprima mondiale proprio al Parco Valentino le loro ultime creazioni, rispettivamente la Mole costruzione artigianale modello 001 – una serie limitata di sette pezzi con motore V8 Ferrari rigenerato, di cui l’esemplare 002 è già stato acquistato da Santo Versace – e la ATS WildTwelve.

Dopo il taglio del nastro di ieri mattina alla presenza del sindaco Piero Fassino, gli organizzatori del Parco Valentino Salone & Gran Premio hanno messo in calendario per sabato 13 il Concorso d’Eleganza Pininfarina, che mette in gara 50 fra le vetture disegnate dal carrozziere. Domenica 14 la parata celebrativa di 15 chilometri fino alla Reggia di Venaria, in cui sfileranno auto storiche di Formula 1, Rally, Sport Prototipi e GT-Series e al fianco delle auto dei collezionisti, chiuderà questa prima edizione 2015. È ancora presto per conoscere la risposta del pubblico, ma quel che è certo è che un’esposizione così “snella” e poco impegnativa economicamente per gli espositori (si parla di qualche decina di migliaia di euro a pedana) ha riscosso l’approvazione delle case automobilistiche, tanto che gli organizzatori hanno già annunciato l’edizione 2016.

 

mappa-evento