“Razza da eliminare. Manganello e olio di ricino” scrive F.M. Oppure: “Il solo Rom buono è quello morto” chiosa M.S. Questo il tenore dei commenti pubblicati sulla pagina Facebook di Matteo Salvini, seguito da 731.326 persone. Una bacheca, quella del segretario della Lega Nord, frequentata da un nutrito gruppo di fedelissimi, che oltre a dispensare like su ogni post del loro leader, si lasciano andare a esternazioni di ogni tipo. Quelle apparse oggi, però, sono più feroci del solito. La miccia la ha accesa lo stesso Salvini, che ha postato un articolo del Corriere della Sera intitolato Salvini e i campi Rom: “Li raderei tutti al suolo”, invitando i suoi followers a esprimere direttamente la loro opinione.

“Voi cosa fareste?”, chiede il segretario. Le risposte non si sono fatte attendere: oltre ai 25.500 like e alle 2600 condivisioni del post, i ‘pasionari’ leghisti sono andati a briglia sciolta. D.R., che ha un cagnolino come foto del profilo, riprendendo la frase di Salvini (“Li raderei tutti al suolo”, ndr), aggiunge: “Condivido pienamente. Con loro dentro, però”. A lei si aggrega A. A., che posta la foto in bianco e nero di un gruppo di prigionieri di lager nazisti, seminudi e denutriti, lanciando una tremenda allusione: “Pulizia totale?”. Poco sotto, D. V. raccoglie il suggerimento e posta l’immagine di un forno crematorio commentando con un bel: “Tutti ben cotti”, mentre L. V., prova a scherzare: “Mai visto un rom così magro, sono tutti pasciuti anche se scrivono sui cartoni che tengono in mano NO MANGIO O TANTA FAME”.

Nulla è stato cancellato, bannato o criticato dal segretario. Neppure i richiami a Hitler, che sono incredibilmente numerosi per essere sulla bacheca del segretario della Lega Nord. V. S., ad esempio, posta una foto del Furer con su scritto, sempre alludendo ai Rom, “Non siete altro che pellets”. A. B., invece, sfoggia un’altra foto del leader nazista con il braccio destro dispiegato, e la scritta: “Nel forno!”. Non poteva mancare un omaggio al fascismo: F. B. cita Mussolini, postando una sua foto con la scritta “Troppo schifo vedo nel mio paese! Clandestini infetti e zingari ladri ad ogni angolo…C’è bisogno di fare pulizia!”.

E. S. A., invece, scrive: “È che durante la seconda guerra mondiale non ne hanno seccati abbastanza. Han fatto tutto a metà”. E Salvini? Dopo aver stimolato l’opinione dei suoi elettori con il post, ha rilanciato: “Cialtrone, miserabile, inquietante, razzista… Ma i sinistri che mi insultano e difendono i loro amici Rom, lo prendono l’autobus, vanno al mercato, vivono vicino a un campo? “Buoni” a spese degli altri, avete rotto le palle”. Il tutto nellla Giornata internazionale di Rom e Sinti.