Lo hanno fatto: quelli di Striscia la Notizia hanno svelato il nome del vincitore della quarta edizione di MasterChef Italia, la cui finale andrà in onda giovedì sera su SkyUno. La voce era circolata nel pomeriggio del 3 marzo, poi confermata da un tweet del tg satirico che non lasciava dubbi: “Stasera Striscia svelerà il nome del vincitore di MasterChef, il programma con i cuochi Bruno Barbieri, Carlo Cracco e Joe Bastianich“.

E poi tam tam sui social e comunicati stampa, fino ad arrivare alla puntata di stasera, durante la quale Ficarra e Picone hanno più volte creato la suspense annunciando l’imminente servizio. A nulla erano serviti i tweet di Carlo Cracco e Bruno Barbieri, giudici di MasterChef con Joe Bastianich. Lo chef veneto aveva cinguettato “Il rispetto per i telespettatori deve venire prima di tutto. Invidie e ripicche lasciamole fuori please. ‪#lasciatecidivertire ‪#MasterChefIt”, mentre l’occhialuto giudice emiliano era stato meno diplomatico: “Il popolo di ‪#masterchefit e tutti noi siamo sconcertati per il gesto irrispettoso da parte di ‪#striscia la notizia ‪#striscianospoiler” In realtà, qualche notiziola da dare in effetti c’era, visto che secondo Striscia uno dei tre finalisti (il ventunenne Nicolò) pare che in passato abbia lavorato per oltre un anno da Sadler, prestigioso ristorante milanese, contravvenendo alle regole di MasterChef secondo cui i concorrenti devono essere rigorosamente cuochi amatoriali. Uno spiffero non confermato, che però era sicuramente meritevole di essere diffuso. Lo stesso Nicolò, poi, sta già lavorando nel ristorante di Cracco, uno dei giudici del programma, ancor prima che la finale vada in onda. E al ritorno in studio dopo il servizio, Ficarra ha fatto capire che la solita fonte avrebbe lasciato intendere che il prossimo anno Carlo Cracco potrebbe essere estromesso dalla terna di giudici e sostituito con Antonino Cannavacciuolo, altro chef pluristellato che su Sky (FoxLife per la precisione) conduce Cucine da incubo.

Fin qui le cose che, volendo, si potevano anche dire. Ma il colpo basso è arrivato alla fine, con lo spoiler della classifica finale di giovedì. Anche qui niente di garantito al 100 per cento, ma Striscia non si sarebbe esposta così tanto senza essere certa di quanto comunicava. Noi, ovviamente, abbiamo deciso di non riportare la classifica finale. Per rispetto di chi vorrà godersi lo spettacolo giovedì sera e soprattutto per le tante persone che lavorano a MasterChef e che avrebbero meritato maggiore considerazione.

Un precedente velenoso, quello consumatosi nell’ultima puntata del tg satirico di Antonio Ricci, perché di fatto si è contravvenuto a una delle principali regole non scritte della televisione: rispettare l’embargo sulle produzioni registrate della concorrenza, senza svelare nulla che potrebbe rovinare la sorpresa agli spettatori.

Il fastidio dalle parti di Magnolia (che produce il cooking show) è evidente, tanto che la società respinge “formalmente qualunque accusa relativa a presunte irregolarità” del programma e aggiunge che la notizia che riguarda uno dei finalisti “è falsa e priva di qualunque fondamento” e che “ritenendosi danneggiata dal servizio in oggetto, valuterà la possibilità di agire le vie legali”.

Sky, invece si dice preoccupata per questa iniziativa del programma Mediaset che potrebbe minare la possibilità di organizzare anteprime di film, libri o programmi televisivi per timore che tv e giornali cedano alla tentazione di spoilerare tutto. E poi sottolinea come l’anticipazione sia “stata promossa con spot, annunci stampa e sui social media, per essere sicuri che non passasse inosservata” probabilmente  “per trainare ascolti al programma“.

Anche l’azienda di Murdoch si è espressa sulle affermazioni che riguardano il finalista di Masterchef definendole “false” ma soprattutto “un tentativo di giustificare la scelta di fare spoiler“.