La montagna, anzi l’Isola, ha partorito il topolino. È stato annunciato, infatti, il cast di naufraghi che da lunedì 26 gennaio sbarcheranno sull’Isola dei Famosi, da quest’anno in onda su Canale5 condotta da Alessia Marcuzzi.
Fino a stamattina erano quattro i nomi sicuri: Rocco Siffredi, Catherine Spaak, Valerio Scanu e Fanny Neguesha (ex fidanzata di Mario Balotelli). Il resto del cast è composto da Melissa P., Patrizio Oliva, Pierluigi Diaco, Andrea Montovoli, Alex Belli, Rachida e Le Donatella.

Una pattuglia per la verità molto debole, con pochissimi nomi di peso e senza Nicole Minetti, data per certa fino a qualche settimana fa e poi bloccata, pare, dai piani alti di Mediaset. Rocco Siffredi e Valerio Scanu a parte, il resto dei naufraghi è di scarsissimo peso mediatico, per un programma che, dopo il trasloco da RaiDue a Canale5, avrebbe avuto bisogno di ben altri nomi per rilanciarsi nel modo più appropriato.
La quota “bellone” è garantita da Fanny Neguesha e Charlotte Caniggia, figlia dell’ex calciatore argentino di Atalanta, Verona e Roma; mentre per il pubblico femminile sono stati selezionati Andrea Montovoli e Alex Belli, oltre al sempreverde Rocco Siffredi.

Melissa P., lontana anni luce dal successo dei suoi libri e ormai dedita più all’astrologia che alla letteratura, tenta il rilancio mediatico dopo anni di oblio, mentre Catherine Spaak e Patrizio Oliva garantiscono la quota senior. Oggetto misterioso il giornalista Pierluigi Diaco, mentre con Rachida si tenta di sfruttare l’onda lunga del successo di MasterChef. Incomprensibile, infine, la presenza delle redivive Donatella, le sorelle cantanti di XFactor 6, che in realtà non hanno mai raggiunto un grado quantomeno decente di notorietà.

Più che L’Isola dei Famosi, il reality show di Canale5 sembra un ricovero per morti di fama e gli autori dovranno ingegnarsi parecchio per regalare al format un racconto che possa attirare l’attenzione degli spettatori.
La conduzione è stata affidata ad Alessia Marcuzzi, che pare essere l’unica opzione spendibile in casa Mediaset, mentre la conduttrice storica dell’Isola Simona Ventura non è stata presa in considerazione. Peccato, perché in un format che torna in tv dopo qualche anno di stop e con un cast assai debole, l’elemento di continuità rappresentato dalla Ventura avrebbe potuto salvare il salvabile in un naufragio che, oltre i concorrenti, rischia di coinvolgere Alessia Marcuzzi, Canale5 e chi si è assunto la responsabilità di riportare in tv un format di successo (anche se non di qualità).