Un esordio flop quello di Giovanni Floris su La7. La prima puntata di 19e40 ha registrato un ascolto medio di 258mila telespettatori, per uno share pari all’1,45 %. Scenografia dark, un pannello sul quale scorrono scritte colorate, l’ex di Ballarò è seduto dietro una scrivania e ha a disposizione venti minuti prima dell’inizio del Tg condotto e diretto da Enrico Mentana. La puntata ha inizio con Floris che espone nel sommario gli argomenti del giorno: si parla del linguaggio del premier Matteo Renzi e segue un servizio di Viscia Portel. Si continua con un commento del politologo Sebastiano Maffettone che disquisisce sul populismo di Matteo Renzi. Quindi parte il collegamento con la leader di Cgil Susanna Camusso che aggiorna il pubblico sui provvedimenti di Renzi e annuncia una manifestazione per ottobre. Altri commenti da parte di Sebastiano Messina, La Repubblica e Antonio Polito del Corriere della sera. L’epilogo è riservato al giuslavorista Michel Martone. 19.59, linea al tg e algida risposta del pubblico che premia con una doccia fredda la prima di Floris sulle reti di Cairo dopo l’addio alla Rai.