“Di toni inaccettabili ne abbiamo visti, ma in questo caso ci sembra si sia superato il limite”. Il gruppo alla Camera del Partito democratico in una nota replica senza ironia a quanto riportato da Il Mattinale. La nota politica redatta dallo staff del gruppo Forza Italia di Montecitorio e curata da Renato Brunetta ha infatti scritto: “Bersani. Siamo felici del suo colloquio con Renzi. Gli ha detto un sacco di stupidaggini, dunque è tornato se stesso ed è in gran forma. Cent’anni di fesserie. Gli deve aver fatto bene la leccata del giaguaro (vedi messaggio beneaugurante di B.)”. 

Parole che il Pd ha commentato così: ”Non conosciamo né le fonti, né i criteri di valutazione dei redattori del Mattinale del Gruppo di Forza Italia della Camera – scrivono i deputati in una nota – Quello che è certo (da quanto si legge dalle agenzie a proposito delle parole di Bersani nel colloquio con Renzi) che buon senso e lucidità non appartengono loro. Per non parlare dello stile”.

Un botta e risposta che prosegue a suon di note, con un altro comunicato del gruppo di Forza Italia alla Camera.  “Cari amici del gruppo Pd – scrivono –  il contenuto e il tono della nostra parola chiave dedicata all’amico Bersani erano chiaramente e ovviamente ironici e riguardavano le riflessioni attribuite all’ex segretario nell’incontro di ieri con Matteo Renzi: ‘Hai sbagliato a vedere Berlusconi. Stai riaprendo una porta che era chiusa. La sintonia devi averla con il partito’. Il nostro intendeva essere un bentornato nel circo. Persino affettuoso. Per noi – prosegue la nota – quelle attribuite a Bersani da tutti i giornali sono fesserie, per noi è tornato il Bersani di prima, al quale vogliamo un mondo di bene ma con il quale non condividiamo neanche una virgola”.

Nella nota il gruppo di centrodestra, pur ammettendo che è “senz’altro colpa nostra”, contesta “il tono francamente esagerato della replica del gruppo Pd” che “dice qualcosa di più di quel che dice: una scarsa serenità dinanzi agli ultimi accadimenti”. “Non capiamo dove sia l’indecenza denunciata dal gruppo Pd della Camera. Bersani sta meglio e questa è la notizia che conta. Evviva, evviva, evviva. Il resto sono solo inutili polemiche che non vogliamo cavalcare. Di certo se Bersani e chi gli è vicino si è sentito offeso, ritiriamo tutto e ci scusiamo“.