Una parte del liceo Socrate di Roma è bruciata in un incendio divampato all’alba. E che avrebbe carattere doloso, secondo gli agenti del commissariato Colombo, che hanno trovato una scatola di cerini e rilevato delle impronte. Le fiamme hanno distrutto o danneggiato otto aule al primo piano dell’edificio, compresi computer, lavagne e libri. A dare l’allarme era stato il custode, che aveva visto intorno alle 5.40 del fumo uscire da un’aula. Subito dopo l’intervento dei vigili del fuoco e quindi l’arrivo delle forze dell’ordine. La polizia indaga per accertare le cause dell’incendio, mentre sono al vaglio degli investigatori della Digos le immagini delle telecamere che si trovano in strada per individuare i responsabili. A quanto si è appreso finora non sarebbero stati rilevati segni di effrazione a porte e finestre.

Concordi e sdegnate le reazioni dal mondo della politica e delle istituzioni. “L’incendio doloso al liceo Socrate è un vero crimine contro la città, la scuola pubblica, la formazione dei nostri ragazzi”, ha scritto su Twitter il sindaco di Roma, Ignazio Marino, che questa mattina ha fatto un sopralluogo subito dopo l’incendio. Per il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, si tratta dell’ “ennesimo gesto intimidatorio che attacca un luogo dove valori come il rispetto e la non violenza devono essere inalienabili”. “Colpendo il liceo Socrate, come dissi in passato, si cerca di attaccare un simbolo che in questi anni si è distinto per iniziative contro l’omofobia“, ha affermato il Governatore. Solidarietà anche dall’ex primo cittadino, Gianni Alemanno: “E’ un atto gravissimo contro il quale esprimo la mia ferma condanna”, ha dichiarato. Il ministro dell’Istruzione, Maria Chiara Carrozza, parla di un “atto vergognoso”, mentre per il preside del liceo, Vincenzo Rudi, si tratta di “un atto di terrorismo contro un’istituzione radicata”.

Lunedì, intanto, ci sarà un tavolo istituzionale per pianificare i lavori di ristrutturazione della scuola: “Ho parlato al telefono con il ministro dell’Istruzione, Maria Chiara Carrozza, e mi ha assicurato che lunedì nella riunione che faremo al Socrate alle 9.30, ci sarà anche un rappresentante del suo Ministero, assieme a Regione, Comune e Provincia”, ha detto il sindaco di Roma Ignazio Marino, assicurando che “non ci sarà nessuna interruzione per l’attività formativa per i nostri ragazzi, tutte le istituzioni sono impegnate e se c’è il Ministero non mancheranno i Fondi”.