Con l’avvio della consultazione sul web per l’indicazione di un candidato M5S per il Quirinale, circola anche il nome di Romano Prodi, figura gradita anche a Beppe Grillo. Ma Roberta Lombardi, capogruppo del movimento alla Camera, si dice per questo “sorpresa”. “Prodi è una figura che per certi versi è legata ala vecchia politica. Ma – ricorda – il web è sovrano”.

 

Anche sul nome di Emma Bonino la deputata-cittadina ha delle perplessità: “La sua posizione sulle liberalizzazioni è antitetica a quelle del M5S”. L”identikit del prossimo presidente della Repubblica deve corrispondere a quello di “una personalità di altissimo profilo: uno che porti il nome degli italiani nel mondo con vanto e senza farci vergognare”. E sull’attuale inquilino del Quirinale: “Da quello che ho visto del presidente penso che abbia diritto di godersi la vecchiaia e di fare il nonno. Lasciamolo andare, ha 87 anni, si goda la vecchiaia”.

Una frase poi smentita dalla stessa capogruppo. A chi le chiedeva spiegazioni su queste affermazioni la deputata-cittadina: “Non ho mai invitato Napolitano a fare il nonno. Non sono stato io ad invitarlo, è lui che ce lo ha detto” negli incontri con la delegazione ‘stellata’. Conversando con i cronisti a Montecitorio, spiega, si è limitata a riportare il pensiero espresso dal Presidente, “ma non l’ho mai invitato a godersi la vecchiaia e fare il nonno. Siamo al 57esimo posto per libertà d’informazione in Italia – aggiunge – ora con noi” in Parlamento “voglio vedere a che punto si arriverà in basso”.