Modesto di Girolamo, l’ingegnere italiano rapito in Nigeria, è stato liberato. Lo ha annunciato il ministro degli Esteri Giulio Terzi, esprimendo la sua “grande soddisfazione” per l’esito positivo della vicenda. La ”massima collaborazione” delle autorità nigeriane nella liberazione dell’ingegnere italiano Modesto di Girolamo è stata sottolineata dal ministro. Il titolare della Farnesina ha avuto colloqui telefonici ieri con il suo omologo nigeriano e oggi con il vice presidente. Terzi ha inoltre sottolineato “l’intensa attività” di tutti gli apparati dello stato coinvolti nella liberazione di Di Girolamo a cominciare dall’Unità di crisi della Farnesina.

”Ho il cuoreche mi batte all’impazzata, non riesco nemmeno a parlare. Sia lodato Gesù Cristo che ci ha fatto questa grazia, finchè non parlo con mio marito non riesco a crederci”. Così, tra le lacrime, la moglie di Modesto Di Girolamo, commenta la notizia della liberazione del marito.