I metodi che sono stati usati contro il popolo libico sono dei metodi terroristici ma alla fine saremo noi che vinceremo la guerra. E lo faremo via terra, non via aria. Dovrete scendere a terra e lottare. E sarete sconfitti sicuramente. Dal nord, dal sud, dall’est e dall’ovest scenderemo come un solo popolo, e non cederemo il passo, la nostra rivoluzione vincerà.E non ci arrenderemo nè alla Francia, nè alla Gran Bretagna, nè all’America, che sono nemici e che stanno cospirando contro di noi per conquistare le antichità della Libia. Non lasceremo che la passino liscia.Le ricchezze di questi paesi appartengono ai nostri figli, e noi lotteremo a nome dei nostri figli e dei nostri bambini, lotteremo fino alla fine. Lotteremo per proteggere il nostro territorio, tutti fino a 2000 km di distanza.

Questa terra non permetterà che i nemici vengano a prendersela, non permetteremo che ci sconfiggano. Abbiamo già sconfitto gli Italiani, siete voi i nemici.Siete dei criminali, i vostri popoli si rivolteranno contro di voi.In tutta Europa, in America, i vostri popoli non saranno d’accordo con le vostre azioni militari, tutti i popoli del mondo sono contro di voi. I vostri governi, i vostri regimi cadranno.Come i milioni che sono già morti, come Mussolini…tutti i dittatori. Non riusciranno a toccare la terra della repubblica libica.Non importa quanto siano grandi o potenti i vostri eserciti, non potete sconfiggere i popoli, non potete sconfiggere il popolo libico.Abbiamo aperto tutti i depositi di armi e queste sono state distribuite ai cittadini libici. E i libici sono pronti a lottare contro di voi.

Trasformeremo tutto questo in un grosso incendio e non c’è nessun modo con cui possiate fermarlo, non c’è modo con cui possiate sconfiggerci sul nostro territorio. Questo è il territorio libico.Forse siete potenti, ma noi abbiamo una vita più lunga. Forse avete dei mezzi migliori, ma se lancerete un attacco contro di noi per rubare le nostre ricchezze e il nostro petrolio, questo non sarà ammesso. Dovrete lottare contro di noi nella nostra terra.Gli innocenti vinceranno e prevarranno, saranno vittoriosi.

Il mondo vi sta guardando. Avete appena mostrato di fronte a tutto il mondo che siete dei barbari.

Il popolo libico è un popolo pacifico e non ha mai avuto ambizioni che vada oltre i suoi confini. Non c’è nessuna giustificazione che regga per motivare questo attacco.Siete stati voi a lanciare la guerra contro l’Islam, ma l’Islam ne uscirà solo rafforzato, più solido, giorno dopo giorno.Oggi i libici sono molto più forti di prima, sono più forti di ieri. Il mondo sta a guardare. Il mondo guarda coloro che lottano per la pace, per la libertà.E chediamo a tutti i popoli, in Asia, in Africa, nell’America Latina e anche ai popoli europei, vi chiediamo di sollevarvi contro i vostri governi. Questa è una nuova rivoluzione che riguarda l’area del Golfo e che riguarderà l’Europa. E questa rivoluzione verrà scritta nei libri. Questa è la nuova storia che deve essere raccontata. Ed è quella di cui si parla nelle scritture sacre, è una rivoluzione che abbatterà tutti i governi, tutti i parlamenti, perchè è una rivoluzione che parte dal popolo.Trasformeremo tutto il mondo.

Voi avete stretto un’alleanza con il diavolo e il partito del diavolo verrà sconfitto.

Che diritto avete di venire da noi e di interferire negli affari interni del nostro paese? Ancora non siete pronti. Questa ingerenza non ha nessun tipo di giustificazione.Noi siamo più forti di voi, in numero minore ma più forti di voi perchè abbiamo una volontà di ferro. E continueremo a lottare, lotteremo in ogni piazza, in ogni strada del nostro paese. E moriremo come martiri.Non riuscirete a scamparla.Siete dei sognatori, noi non rinunceremo mai alla nostra terra.

E quando i libici vedranno la vostra caduta, quando vedranno come sono in errore i crociati, non lasceremo che i traditori e il nemico calpestino il nostro territorio. E sappiamo qual è il destino che tocca ai traditori, perchè lo abbiamo già visto con la nostra storia con l’Italia.

Bengasi resisterà alla Gran Bretagna, alla Francia, all’America. Non verrà ceduta a nessun paese straniero, a  nessun’altro esercito che vuole venire nel nostro paese a rubarci l’onore. Questo non accadrà mai, non permetteremo che gli eserciti stranieri vengano nel nostro paese e conquistino Bengasi, come voi sognate di fare.Il popolo di Bengasi, anche le donne, usciranno allo scoperto. E si solleveranno e isseranno la bandiera verde. Perchè il conflitto di oggi è tra il popolo libico e l’America, la Gran Bretagna e i partiti cristiani.Tutti i libici, sia uomini sia donne, sono pronti a lottare e a morire come martiri.Ricordate che saremo noi ad uscire come vincitori, voi invece sarete sconfitti.E’ questa la nostra volontà e continueremo a lottare fino alla fine. Questo è il momento migliore delle nostre vite.

Continueremo a sfidarvi perchè abbiamo dalla nostra parte il popolo libico, e tutti gli altri paesi del mondo ci sostengono.Saremo vittoriosi in ogni città della Libia, continueremo a difendere il popolo libico. E lo faremo su tutto il territorio libico. E lotteremo, combatteremo contro ogni traditore che coopererà coi crociati cristiani o con l’America.

Questo non è un problema interno, questa questione è diventata un conflitto tra il popolo libico e il nuovo colonialismo.I vostri popoli vi rovesceranno. Voi cadrete e noi non ci ritireremo.Questa volta non saremo noi a morire, sarete voi che morirete. E noi vinceremo, voi sarete sconfitti.Tutto il mondo vi sta guardando e tutti stringono la mano del popolo libico, voi lo sapete bene.Tutte le nazioni sono contro questo intervento straniero.
Non siamo preoccupati dei vostri aerei o delle armi che avete a disposizione, noi ci troviamo nel nostro paese, siamo nella nostra terra. E continueremo a tenercela stretta.Se volete una guerra lunga, vi promettiamo che saremo pronti a combatterla. Saremo pronti a combattere per i nostri valori, e con il potere che abbiamo nelle nostre mani.Non siamo impauriti, non siamo neppure intimiditi perchè sappiamo che la vittoria è nostra.Nessun attacco può distoglierci dal nostro obiettivo. Non siamo affatto spaventati.

Avete colpito il popolo somalo, vi ricordate come è andata? Vi ricordate che cosa è successo quando avete attaccato la Somalia? Che cosa è successo? Gli Americani sono dovuti scappare per salvarsi la vita e i Somali hanno vinto.E guardiamo adesso il presente, guardiamo la Somalia oggi. L’avete colpita, ma avete fallito.E ora siete ritornati e avete scelto la Libia. State cercando di allearvi con altri paesi per sconfiggere la Libia, dopo che avete subito altre sconfitte in questo continente.La gioventù somala, i mujaheddin somali, sono ancora lì. Sheikh Sharif vi ha sconfitto.Siete stati sconfitti in Somalia. Siete stati sconfitti in Vietnam. Siete stati sconfitti anche in Iraq. Pensavate di poter vincere in Iraq e poi di passare in Iran e poi continuare con la vostra conquista, ma siete stati sconfitti e non c’è modo per voi di ritornare indietro.Non siete riusciti ad avere ragione nemmeno in Afghanistan. Bin Laden vi ha sconfitti. Un uomo debole che ha utilizzato tutte le vostre risorse.

Avete accettato la sconfitta e adesso siete pronti ad andarvene dall’Afghanistan. E succederà la stessa cosa in Libia.Non riuscirete ad andare via vittoriosi.Siamo noi invece che ne usciremo vittoriosi, senza ombra di dubbio.Questa è la nostra terra, continueremo il nostro onore e i nostri valori. Ma sappiamo che tutto questo non vi arriva come una novità perchè ci siete abituati. Non avete mai imparato la lezione del passato, non avete imparato nulla dal passato.

Non avete imparato la lezione della Somalia, nè avete imparato la lezione di altri conflitti che avete combattuto.Non capite perchè non riuscite ad imparare dalle lezioni del passato, sarete comunque e sempre distrutti.Lasciate che vi dica che siamo pronti per una guerra lunga. Una guerra senza frontiere. Non siete in grado di sostenere una guerra lunga in Libia. Noi invece ci consideriamo pronti anche per una guerra lunga. Siate consapevoli di questo.Questo è un momento di gioia per noi, è un momento di gioia quello che stiamo vivendo perchè metteremo fine a questo conflitto, lo faremo con orgoglio.Siete voi gli invasori.Anche i vostri popoli portano avanti manifestazioni contro di voi.Vinceremo a Bengasi e anche nelle altre città della Libia, in tutta la Libia. E tutti i popoli saranno con noi: i popoli arabi, i popoli islamici, i popoli cristiani, i popoli europei e quello americano. State utilizzando dei metodi terroristici coi vostri attacchi aerei.Mi avete dato un’opportunità storica: trasformeremo questo conflitto in una nuova rivoluzione su scala mondiale, una rivoluzione popolare.Questa è una grande opportunità, una nuova occasione che mi si presenta. Armeremo tutti i libici e sconfiggeremo i traditori.

Avete detto che sareste stati capaci di vincere e invece sarete sconfitti e dovrete ritirarvi nei vostri paesi. Noi invece non possiamo andare da nessuna altra parte perchè questo è il nostro paese ed è qui che resteremo.Farete i conti con noi e poi dovrete tornare sconfitti nei vostri paesi. Anche le donne si uniranno alla lotta. Abbiamo addestrato anche le donne per combattere. Sono addestrate per imbracciare i fucili e per utilizzare anche altri tipi di armi. E anche loro si uniranno alla lotta per difendere la Libia.Non c’è dubbio che alla fine usciremo noi vincitori e vittoriosi da questa guerra. Vinceremo. E il partito del diavolo dovrà ritirarsi. Il partito del diavolo siete voi.