La stazione di Rebibbia lungo la linea B della metropolitana romanaGentilissimo presidente Luigi Legnani,

Sono il dott. Luca Faccio da Bassano del Grappa (Vicenza).

Le scrivo dopo aver ricevuto la lettera della signora Mara Ruggieri di Casal De Pazzi (Roma), che sottolinea i disagi incontrati per accedere alla metropolitana con la sua sedia a rotelle, causati dalle barriere architettoniche. La invito cortesemente ad intervenire affinché questa situazione venga risolta nel migliore dei modi e il più rapidamente possibile.

Di seguito riporto la lettera che la signora Ruggieri mi ha inviato :

Roma \13\12 \2010

Sono Mara, una signora disabile poliomielitica, e mi trovo ad affrontare spesso problemi per le barriere che trovo quando esco da casa con la mia carrozzina. Abito a Roma a Casal de Pazzi e sono in seria difficoltà per uscire dal quartiere, perché l’ingresso della stazione Rebibbia, lungo la linea B della metropolitana, è veramente inaccessibile, dato che la pavimentazione è distrutta. Sono tante le buche dovute al cedimento delle mattonelle, e per ben due volte la carrozzina si è impennata e dei passanti mi hanno prontamente aiutato a non cadere in avanti. Ma non è detto che io sia sempre così fortunata.

Con lo stesso problema si trovano altre fermate della metropolitana: Monti Tiburtini, Santa Maria del Soccorso e Pietralata. Ho fatto presente il problema al Comune, ma mi è stato risposto che non è di loro competenza. Spero che lei mi possa dare una mano e le invio alcune foto scattate qualche mese fa, facendo presente che ora è tutto peggiorato.

Grazie per l’attenzione, distinti saluti

Mara Ruggieri

In attesa di una sua risposta scritta, la ringrazio anticipatamente.
Cordiali Saluti

Dott. Luca Faccio

P.S.:
Questa lettera e la sua attesa risposta saranno pubblicate sul mio blog su Ilfattoquotidiano.it.

Per eventuali segnalazioni o contatti scrivere a:
info@lucafaccio.it
raccontalatuastoria@lucafaccio.it