Nonostante le prove messe in atto nonché la disponibilità di alcuni, ho l’impressione che il dialogo difficilmente potrà recuperare quel contenuto necessario a trattare sulle riforme costituzionali, sui problemi del Mezzogiorno e soprattutto sulla legalità.

Il Presidente Fini e molti dei parlamentari che hanno aderito a Futuro e Libertà per l’Italia sono stati messi a dura prova e su di loro si continua a perpetrare ogni forma di demonizzazione. Io stessa, da ben cinque giorni, sono impedita a dialogare con i miei circa 8.000 amici e fans a causa di un inspiegabile oscuramento del mio account su facebook.

Il clima non è assolutamente dei più sereni.

Berlusconi, forse perché ha capito che tutti noi non siamo così disinformati, cerca di lanciare messaggi di pace e tuttavia lascia integra la redazione del proprio giornale di famiglia e lancia nell’arena gli ex colonnelli (oggi solo “sudditi”) dell’ex AN, Cicchitto, Bondi e compagni.

E nel frattempo gli 007 svolgono il loro lavoro pronto al momento opportuno ad aiutare coloro che ci vorranno additare quali “traditori della Patria”.

E’ bene che si mettano l’animo in pace, perché non abbiamo bisogno di “saccheggiare i libri di Travaglio” per mettere in campo faldoni di inchieste giudiziarie che pullulano nelle varie Procure Italiane.