Governo Draghi al capolinea, ottiene la fiducia con 95 sì. Lega e Fi fuori dall’aula, mentre M5s si è astenuto: “Togliamo il disturbo”

Aggiornato: 23:33

I fatti più importanti

  • 12:44

    Il dibattito in Aula – Pd. “Draghi vada avanti”

    “Draghi ci ha dato una idea di Paese di comunità nazionale ed internazionale. La sua presenza in Ue in questo momento particolare ha dato una idea di una Italia forte, decisa e che anche sul piano internazionale ha una sua forza. Siamo pronti a stare al suo fianco per un grande miracolo civile“. Lo ha detto nell’Aula del Senato Caterina Biti del Pd in discussione generale sulle comunicazioni del presidente del Consiglio. Gli esponenti dem hanno ribadito il loro sostegno incondizionato al premier: “Presidente Draghi, vada avanti. Ognuno metta da parte le proprie pur legittime aspirazioni perché si possa andare avanti con orgoglio e spirito nazionale”, ha detto il senatore Pd Vincenzo D’Arienzo.

  • 12:36

    Discussione in Aula: per il M5s parla solo Licheri

    Dopo le comunicazioni del premier Mario Draghi, in discussione generale al Senato parlerà, per il M5S, solo Ettore Licheri. Per il Movimento risultavano infatti iscritti a parlare anche Vito Crimi e Susy Matrisciano ma, a quanto si apprende, rinunceranno ad intervenire. La capogruppo Mariolina Castellone parlerà invece in dichiarazione di voto.

  • 12:35

    Il vertice del centrodestra di governo alle ore 13

    “Tira una brutta aria”, dice a mezza bocca un big del centrodestra di governo all’Adnkronos dopo aver sentito l’intervento di Mario Draghi al Senato. Non a caso, Silvio Berlusconi ha convocato per le 13 a Villa Grande un nuovo vertice con Matteo Salvini, Lorenzo Cesa e Maurizio Lupi dopo quello notturno. Non pochi i passaggi, raccontano, che avrebbero scontentato Fi e Lega. 
    A mezzogiorno, intanto, il capogruppo alla Camera di Fi, Paolo Barelli, ha riunito i suoi parlamentari per fare il punto della situazione e provare a ricompattare il gruppo visto che resta la divisione tra i sovranisti e l’ala più governista pro Draghi bis. Dopo aver sentito il discorso del premier a Palazzo Madama Salvini ha visto i suoi.

  • 12:32

    M5s, proseguono gli incontri di Conte

    Proseguono al Senato gli incontri di Giuseppe Conte. Il leader del M5s si trova negli uffici pentastellati, dove ha seguito l’intervento in Aula del premier Mario Draghi, e sta incontrando diversi parlamentari, insieme ai capigruppo 5 Stelle di Montecitorio e Palazzo Madama, Davide Crippa e Mariolina Castellone. Agli incontri partecipano anche i membri della delegazione governativa del Movimento e i vicepresidenti grillini. “E’ in corso un confronto sulle comunicazioni di Draghi”, si limitano a spiegare fonti M5s all’Adnkronos.

  • 12:08

    Nuovo vertice tra Lega e Forza Italia

    Il leader della Lega Matteo Salvini sta andando a Villa grande, residenza romana di Silvio Berlusconi, per un nuovo vertice delle forze di centrodestra di governo, convocato ora alla luce delle comunicazioni del premier Draghi nell’aula del Senato e dopo l’assemblea dei parlamentari e ministri leghisti, insieme a Salvini. Su quella riunione, la Lega fa sapere che c’è stata “totale sintonia dei presenti e compattezza con il segretario”.

  • 12:07

    Terminato l’incontro tra Conte e senatori

    È durato circa dieci minuti l’incontro fra il leader del M5s Giuseppe Conte e i senatori del Movimento. Al termine alcuni di loro sono tornati in Aula per il dibattito.

  • 11:44

    Conte incontra i senatori

    Il leader del M5s Giuseppe Conte sta incontrando i senatori del Movimento a Palazzo Madama. Dopo essersi riunito circa un’ora con i vertici del partito, Conte si è appena spostato nell’ufficio dove lo attendevano i senatori.

  • 11:44

    Lega riunita: “Tutto in divenire”

    È ancora in corso la riunione convocata da Salvini al Senato, dopo le comunicazioni del premier Mario Draghi. In Aula intanto si susseguono gli interventi dei senatori, in discussione generale. I leghisti si stanno invece confrontando, ma a quanto si apprende Salvini attende l’evolversi della situazione. “E’ tutto in divenire“, ammette un senatore presente.

  • 11:38

    M5s interviene a metà discussione, Lega e Fi verso la fine

    I partiti prendono tempo per uscire allo scoperto sulla crisi di governo dopo le comunicazioni di Mario Draghi in Senato. Scorrendo l’elenco degli interventi in Aula a Palazzo Madama – modificato in corso d’opera – si nota che il M5s prenderà la parola circa a metà della discussione generale mentre Forza Italia e la Lega solo verso la fine, per i quali è previsto al momento un solo intervento a testa.

  • 11:36

    Meloni: “Draghi pretende pieni poteri”

    “Draghi arriva in Parlamento e di fatto pretende pieni poteri, sostenendo che glielo hanno chiesto gli italiani. Ma in una democrazia la volontà popolare si esprime solo con il voto, non sulle piattaforme grilline o con gli appelli del Pd. Sono le autocrazie che rivendicano di rappresentare il popolo senza bisogno di far votare i cittadini, non le democrazie occidentali. Fratelli d’Italia non intende assecondare questa pericolosa deriva. Decidano gli italiani del proprio futuro, non questo Parlamento delegittimato e impaurito. Elezioni subito“. Lo scrive Giorgia Meloni sui social.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono stati modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui