Dolce è l’Arno che scivola verso il rosazzurro del tramonto. Belli i giovani che sciamano verso la sera pisana, in una esplosione di allegria collettiva. E sollievo speciale è vederli avendo alle spalle un convegno che ti ha fatto benedire la cultura e l’università in cui viene prodotta. È successo questo: per la prima volta […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Napoli, fascino irresistibile e suscettibile: “Il pane è nato in Egitto o sotto il Vesuvio?”

prev
Articolo Successivo

Diari di una rivoluzionaria, 100 anni di Bianca la Rossa

next