“Dopo la morte di Tanausis, mentre l’esercito guidato dai suoi successori era impegnato in una spedizione in terre lontane, una tribù vicina cercò di rapire alcune donne dei Goti come bottino. Ma le donne opposero una coraggiosa resistenza, come erano state istruite a fare dai loro mariti, e sgominarono il nemico che era piombato su […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

In ginocchio dal Capitano: l’Italia che conta tifa Lega

prev
Articolo Successivo

La mummia Oetzi, sicuri sia etero?

next