Presentato in anteprima a New York, il primo agosto 1954, oltre a inaugurare la 15° edizione del Festival di Venezia, riportando gli incassi più alti mai registrati da una pellicola di Alfred Hitchcock fino ad allora, La finestra sul cortile è l’indiscusso capolavoro del brivido, l’apoteosi della soggettiva in cui gli spettatori diventano i testimoni […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Addio a Zombie Boy, tra i modelli più tatuati e amico di Lady Gaga

prev
Articolo Successivo

Un salasso economico per lo stesso prodotto

next