Cara Selvaggia, sono la madre di un ragazzo che ha subito abusi da ragazzino. Immagina la vita di una mamma come tante che lavora e affida il figlio ai nonni paterni per anni perché né lei né suo marito possono lasciare la propria attività. Immagina che un giorno qualunque, mentre metti a letto tuo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

“Quelli che il calcio è irripetibile. Il mio Fazio era un’altra storia”

prev
Articolo Successivo

Buccinasco, il boss Papalia rivuole il cortile confiscato dallo Stato

next