Chiosco fa brutto, baracchino fa povero, baretto fa sfigato: chiamiamolo chiringuito e non se ne parli più – così mettiamo a tacere anche il complesso di inferiorità della lingua italiana, inguaribilmente esterofila quanto provinciale. Il termine spagnolo Chiringuito – letto “ciringhito” – designa solitamente un casotto o un capanno, in strada come in spiaggia, che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Julio Iglesias la canta al suo “El amigo”, pene fedele, ardente e iperattivo

prev
Articolo Successivo

Machiavelli, “Principe” delle osterie e del canto

next