Due esordienti che non devono chiedere il permesso a nessuno. Ed è bello saperli italiani, benché Annarita Zambrano risieda a Parigi da diversi anni. Né lei né Roberto De Paolis si sono arresi alle evidenti difficoltà di realizzare progetti complessi, diversamente scomodi. Oggi arrivano a Cannes felici dei loro film, rispettivamente Dopo la guerra in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Addio Roger, Roger Moore gentleman 007 suo malgrado

prev
Articolo Successivo

Quando il gioco si fa duro lo Squalo inizia a scalare

next