Nel giorno in cui nell’organizzazione delle due maratone italiane più importanti, a Roma e Milano, si celebra l’indispensabilità del “casino organizzativo” elevato da un pezzo a “sistema Paese”, dovrei magari parlare di scudetto. Ma lo spezzatino degli orari me lo impedisce, e al massimo mi fa dire che la lotta per non retrocedere sussulta con […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

L’indifferenza per il plagio certifica la fine di queste élite

prev
Articolo Successivo

Amori in corso via Whatsapp: sicuri che sia così innocuo?

next