FQ MAgazine

Nanni Svampa morto, addio al fondatore dei Gufi che cantò Milano e Brassens

Nato a Milano nel 1938, si era trasferito a Porto Valtravaglia, sul lago Maggiore. Venendo adottato così da una provincia che ha dato i natali, tra gli altri, anche a Dario Fo e dove la canzone e la comicità si respirano nell’aria. Svampa debutta sulle scene milanesi in due riviste goliardiche bocconiane nel 1959. A metà degli anni Sessanta fonda il gruppo di cabaret teatrale 'I Gufi' con Roberto Brivio, Gianni Magni e Lino Patruno

Quattordici domande brevi da leggere nel tempo di un caffè: risponde Roberto D’Agostino

Roberto D'Agostino si è ritagliato il suo pezzo di paradiso nell'inferno della comunicazione. Si è inventato Dagospia, all'inizio un po' snobbato, oggi temuto. Vive incollato alla sua scrivania circondato da opere d'arte contemporanea. Dall'alto della sua terrazza/redazione/abitazione risponde a giornalisti, direttori, star, starlette, attrici e attori che sperano di finire nel suo girone

Margot Galante Garrone, morta la voce dei Cantacronache. Blogger del Fatto, di sé ha scritto: “Troppo brava per avere successo”

Formatasi sulla canzone francese di Brassens e Vian, nel 1957 diede vita con Sergio Liberovici e Michele L. Straniero un progetto di canzone popolare impegnata che voleva riprodurre in Italia il modello degli chansonnier francesi o del sodalizio tra Bertolt Brecht e Kurt Weill

Guerino Galzerano, chi è il contadino architetto sul quale Vittorio Sgarbi terrà una lectio magistralis

Morto nel 2002 all’età di 80 anni, Galzerano è stato un genio creativo ignaro di esserlo che ha riempito il suo paese di origine, Castelnuovo Cilento (Salerno), di creazioni a mosaico che sembrano quasi uscite da una fiaba

Quattordici domande brevi da leggere nel tempo di un caffè: risponde Max Paiella

Max Paiella ha iniziato come disegnatore. E' anche comico, cantante, imitatore, vignettista e musicista.

Robot, a Pisa l’automa Yumi debutta come direttore d’orchestra: eseguirà un’aria di Verdi insieme a Bocelli

Al Teatro Verdi il robot eseguirà insieme all’Orchestra Filarmonica di Lucca tre brani di Pietro Mascagni, Giacomo Puccini e, dulcis in fondo, La donna è mobile dal Rigoletto. Il direttore Colombini: “Yumi ha un gesto e una fluidità di movimento elevate, una morbidezza ed una nuance espressiva incredibili"

Stefano Rodotà, se il diritto rimane indietro quando si parla d’amore

Ad un mese dalla morte del giurista torna in libreria Diritto d'amore (Laterza), saggio illuminante sull'arretratezza delle leggi italiane nel normare la vita affettiva tra le persone. Autodeterminazione e piena soggettività di donne e coppie dello stesso sesso hanno cambiato, e stanno cambiando, la giurisprudenza anche in Italia. Con grossa fatica del legislatore, la difficoltà della mediazione politica e con un unico faro: la Costituzione
×
Pietro Cheli, morto a Milano il giornalista culturale e vicedirettore di “Amica”
ESCLUSIVO – Joe Lansdale racconta gli Usa un anno dopo Trump: “America First? L’idiota la distrugge. Per i suoi elettori sindrome di Stoccolma”

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×