/ di

Roberto Marchesi Roberto Marchesi

Roberto Marchesi

Politologo, studioso di macroeconomia

Sono giornalista per caso ma polemista per natura, caratteristica che emerge spesso nei miei scritti. Ho cominciato a scrivere articoli solo dopo il mio trasferimento in Texas nel 2008. Ora ho la doppia cittadinanza, ma sono nato a Milano dove ho anche condotto tutti i miei studi e la mia vita lavorativa, occupandomi per diversi anni di analisi economico-finanziarie per la concessione dei mutui alle imprese per un importante Istituto di Credito Speciale milanese. Questa precedente attività, vista ora da più vicino e con le maggiori possibilità offerte dallo sviluppo dei sistemi di comunicazione, mi ha consentito di analizzare da una posizione privilegiata i fenomeni della globalizzazione che, in mancanza di adeguata regolazione da parte dei governi, finiscono col generare enormi squilibri nell’economia dei paesi industrializzati, distruggendo il “welfare” degli Stati più evoluti, e ampliando la distanza tra i livelli di distribuzione del reddito. Seguo perciò attentamente gli scritti di diversi tra i maggiori economisti del mondo (Krugman, Stiglitz, Sen e altri) e scrivo a mia volta articoli, sostanzialmente a carattere macroeconomico, dove cerco di cogliere le devianze che l’eccesso di liberismo economico produce sullo standard di vita delle popolazioni, con un occhio particolare, ovviamente, a ciò che avviene sia nella mia patria d’adozione che nella mia patria di origine, mettendo spesso a confronto i due sistemi.
Ho scritto due libri, uno in italiano (con lo pseudonimo Marc Robertson) e uno in inglese (con l’amica Luisa Castelli). Ho scritto e scrivo tuttora molti articoli per diversi notiziari online e per il quotidiano “Rinascita”, ottenendo premi e riconoscimenti letterari. Per queste attività e per l’assiduo volontariato svolto, sono stato insignito nel 2007 dal presidente Napolitano con l’onorificenza della “Stella della Solidarietà”.

Blog di Roberto Marchesi

Economia & Lobby - 16 novembre 2015

Bernanke e Krugman zittiscono gli ‘incompetenti’ che criticano la Federal Reserve

In una interessante intervista a Mr. Bernanke apparsa in questi giorni sul New York Times, William D. Cohan fa alcune domande un poco impertinenti proprio a lui, Bernanke, cioè quello che fino a circa un anno fa è stato il numero uno della Federal Reserve americana, ma soprattutto, quello che ha guidato con fermo cipiglio […]
Economia & Lobby - 3 novembre 2015

Crisi: potremmo essere nell’occhio dell’uragano, ma loro inneggiano alla ripresa

Non occorre essere esperti metereologi per sapere che, al centro di un uragano (nel cosiddetto “occhio”), il cielo torna improvvisamente sereno, il vento e la pioggia cessano, il peggio sembra passato. Invece è solo un illusione! La tempesta tornerà improvvisamente anche più violenta di prima cogliendo di sorpresa e martoriando gli impreparati avventurosi usciti allo […]
Economia & Lobby - 30 ottobre 2015

Legge di Stabilità: il rottamatore trova un tesoretto… nelle tasche dei pensionati

E’ diventato un vero e proprio “vizietto” (quello di Renzi) di approfittare dell”ingenuità e scarsa combattività dei pensionati per finanziare con “destrezza” le sue riforme liberiste attuate coi voti dei progressisti. In particolare deve essere stata la riforma cardine della sua recentissima legge di Stabilità, ovvero l’abolizione per tutti (o quasi) della tassa sulla casa a […]
Economia & Lobby - 24 ottobre 2015

Banca mondiale: gli straricchi crescono ancora, eppure la disuguaglianza diminuisce

Dopo anni in cui leggiamo su tutti i giornali che l’1% dei ricchissimi si appropria insaziabilmente a livello globale di gran parte della ricchezza prodotta, lasciando agli altri solo le briciole, trovare qualcuno che invece sostiene il contrario non può che lasciare almeno un pochino perplessi. Ma se a dirlo in un voluminoso studio di […]
Mondo - 14 ottobre 2015

Ius soli: negli Usa non funziona, sarebbe un errore applicarlo anche in Europa

Vivendo negli Usa, dove vige la normativa dello “Ius soli”, mi trovo in una posizione privilegiata per vedere direttamente all’opera la legge di concessione della cittadinanza a chiunque nasca sul suolo degli Stati Uniti, ma anche dei problemi che comporta soprattutto quando i flussi di immigrazione sono elevati. La principale differenza legislativa sta appunto nel […]
Economia & Lobby - 11 ottobre 2015

L’economia globale scivola sempre più rapidamente verso un nuovo punto di rottura

Il meeting annuale del Fondo Monetario Internazionale, in corso proprio in questi giorni a Lima (Perù), vedeva già nelle fasi preliminari la grande preoccupazione di Christine Lagarde (che guida il Fondo dal 2011) causata dal progressivo “raffreddamento” dell’economia globale iniziato già’ nella seconda metà dell’anno scorso. Madame Lagarde non ha fatto mistero di voler verificare, per ora […]
Lavoro & Precari - 7 ottobre 2015

Lavoro, è tempo di un nuovo umanesimo. Torni al centro delle priorità sociali

Nei giorni scorsi si è tenuto presso l’Università Cattolica di Milano un convegno dal titolo: “Nuovo umanesimo, fragilità, cura e lavoro”, un tema che è diventato in questi anni di crisi centrale anche nell’interesse delle alte gerarchie ecclesiastiche. La gravissima crisi occupazionale che continua a colpire il mondo del lavoro italiano, con punte altissime di giovani senza […]
Politica - 1 ottobre 2015

Renzi il ‘Magnifico’ è spettacolare, ma la sua arte non è raccontare il vero

E’ ormai in piena evidenza che il nostro giovanissimo, ma anche gasatissimo, premier, è riuscito a convincere persino se stesso che le sue riforme funzionano davvero. Infatti non perde occasione per ripetere, ogni volta che gli mettono un microfono davanti al naso, che l’economia sta cominciando a “tirare”, che il suo Jobs Act produce miracoli […]
Zonaeuro - 17 settembre 2015

Crisi, meglio le politiche keynesiane o l’austerity? Krugman lo spiega in quattro punti

La disputa tra economisti keynesiani e non keynesiani non è mai stata (credo) così forte come in questi anni che hanno fatto seguito alla “Grande Recessione” cominciata nel 2007 con il crollo della “bolla immobiliare” e sfociata nel crollo generale di Wall Street nel settembre 2008, con il fallimento della Lehman Brothers, una delle più […]
Economia & Lobby - 12 settembre 2015

Bce, la globalizzazione presenta il conto…senza munizioni

Come mai Draghi, facendo sostanzialmente le stesse cose che Bernanke fece per cinque anni a partire dal 2009, e pompando cifre persino più ingenti di Bernanke nel sistema economico europeo, fa flop? E’ Stefano Feltri a dirlo, proprio in questa sede, assimilando la manovra di Quantitative easing avviata a gennanio dalla Bce nientemeno che a […]
Luciano Gallino e la lotta alla stupidità neoliberista
Sud: è tempo di Masterplan. I buoni propositi del governo per il Mezzogiorno

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×