Out Provedel, Ricci e Orsolini. Sì a Fagioli, Folorunsho, Bellanova, Zaccagni ed El Shaarawy. Ecco le scelte di Luciano Spalletti alla vigilia degli Europei di calcio che per gli Azzurri inizieranno il 15 giugno. Il commissario tecnico ha diramato la lista finale dei 26 convocati, già orfana di Acerbi e Scalvini, infortunatosi nei giorni scorsi.

I tre portieri saranno Gianluigi Donnarumma (Paris Saint Germain), Alex Meret (Napoli), Guglielmo Vicario (Tottenham). Spalletti ha deciso di portare ben dieci difensori: Alessandro Bastoni (Inter), Raoul Bellanova (Torino), Alessandro Buongiorno (Torino), Riccardo Calafiori (Bologna), Andrea Cambiaso (Juventus), Matteo Darmian (Inter), Giovanni Di Lorenzo (Napoli), Federico Dimarco (Inter), Federico Gatti (Juventus), Gianluca Mancini (Roma),

A centrocampo potrà invece scegliere tra Nicolò Barella (Inter), Bryan Cristante (Roma), Nicolò Fagioli (Juventus), Michael Folorunsho (Hellas Verona), Davide Frattesi (Inter), Jorginho (Arsenal) e Lorenzo Pellegrini (Roma). Nel reparto d’attacco, Spalletti punterà su Federico Chiesa (Juventus), Stephan El Shaarawy (Roma), Giacomo Raspadori (Napoli), Mateo Retegui (Genoa), Gianluca Scamacca (Atalanta), Mattia Zaccagni (Lazio).

Al termine della prima settimana di lavoro, quindi, restano fuori il portiere della Lazio, il centrocampista del Torino e l’esterno d’attacco del Bologna. Domani i convocati torneranno a radunarsi a Coverciano per sostenere alle 17 la seduta di allenamento (aperta ai media i primi 15′). Alle 19.15 è in programma l’incontro (chiuso ai media) con il responsabile della Commissione Arbitri Uefa Roberto Rosetti, che esporrà le linee guida e le direttive che gli arbitri saranno chiamati a seguire in occasione delle gare del campionato europeo.

La guida a Euro 2024
Gironi, classifica e regolamento: chi passa agli ottavi di finale
Gruppo A – La Germania che vuole tornare grande e l’Ungheria di Marco Rossi
Gruppo B – Italia nel girone più duro. La solita Spagna, la Croazia all’ultima chance
Gruppo C – L’Inghilterra “per portarla a casa” e la Danimarca per ritrovarsi
Gruppo D – La Francia dei fenomeni e l’Olanda della nuova generazione
Gruppo E – Il Belgio della transizione e la Slovacchia di Calzona
GRUPPO F – L’eterno Ronaldo contro le giovani stelle di Turchia e Georgia

Community - Condividi gli articoli ed ottieni crediti
Articolo Precedente

Nasce l’azionariato popolare del Watford: i tifosi possono comprare le quote del club e aiutarlo per il calciomercato

next