Muore per un burrito rimasto in gola per traverso. La notizia è trapelata solo dopo un anno. Il 19enne Joe Dobson era in vacanza a Playa del Carmen in Messico con degli amici. La scelta è caduta su un ristorante fusion, una catena da lui conosciuta in passato, dove l’inglese ha scelto sul sicuro un burrito vegetariano, ordinato precedentemente in un altro punto vendita della catena. Il ragazzo ha chiesto preventivamente di non includere il sesamo di cui era allergico. I ristoratori hanno assicurato l’esecuzione accurata del piatto, ma evidentemente la negligenza è avvenuta. Perché, come raccontano gli amici presenti al tragico accaduto, Joe al primo morso di burrito si è sentito male e senza respiro. Purtroppo per la vittima, in tasca non aveva la sua EpiPen. Gli amici hanno prima sollecitato i ristoratori a chiamare un’ambulanza, ma di fronte alla loro reticenza e al rifiuto di chiamare immediatamente i soccorsi, hanno accompagnato l’amico nella vicina camera d’albergo per recuperare l’EpiPen. Joe però non è riuscito nemmeno ad arrivare nella sua camera da letto.

Articolo Precedente

Si fa chiamare Satana umano e ha trasformato il suo corpo in modo estremo: “Ho scelto di togliermi le orecchie”. La storia di Michel

next
Articolo Successivo

Dramma al matrimonio, l’autobus con gli invitati precipita in un burrone: 30 morti

next