Motore termico più piccolo, anzi, molto più piccolo. Potenza più elevata, anzi, molto più elevata. È il miracolo tecnico della nuova Mercedes-AMG C 63, che vanta numeri da far impallidire molte supercar: 680 CV di potenza massima e 1.020 Nm di coppia motrice (la precedente generazione si fermava ad “appena” 510 CV e 710 Nm). Cifre che, a quanto pare, non faranno rimpiangere il vecchio V8 biturbo della versione uscente.

Già, ma c’è il trucchetto: questa impressionante cavalleria, infatti, non è tutta merito del 4 cilindri turbo di 2 litri accolto nel cofano anteriore. Infatti, ad aiutare l’unità termica c’è un comparto elettrico che rende la C 63 un veicolo ibrido plug-in, cioè con batterie ricaricabilii da una presa di corrente esterna al veicolo.

Non a caso, il nome completo del modello, disponibile con carrozzeria berlina e wagon, è C63 S “E Performance”: in soldoni, quella “E” sta per elettrificata. Per tenere a bada cotanta brutalità, comunque, in Mercedes hanno lavorato per allargare le carreggiate del veicolo, maggiorate di 76 mm rispetto alle versioni standard, e il passo, lievitato di 10 mm a confronto con le altre C. Da queste ultime, la vettura eredità i maxi schermi da cui si controllano strumentazione infotelematica. A rendere l’edizione 63 più maschia che mai pensano dettagli come l’alettone di coda, lo scarico a quattro uscite, i cerchi da 19” ed i sedili sportivi.

Il powertrain unisce l’esuberanza del quattro cilindri AMG con turbo ibrido – ai bassi carichi dell’acceleratore il compressore è messo in rotazione da un motorino elettrico – capace di 476 CV e 545 Nm, al (consistente) contributo di un motore elettrico da 204 CV, installato sull’asse posteriore. Il tutto è gestito da un cambio automatico doppia frizione a 9 marce e dalle quattro ruote motrici (con albero di trasmissione fisico).

Mentre a rendere l’auto più agile, mascherando pure il peso del comparto elettrico, pensa l’asse posteriore sterzante. Prestazioni: 0-100 km/h coperto in 3,4 secondi (abbastanza impressionante), velocità massima di 250 km/h autolimitati. Il consumo medio omologato è pari a 6,9 l/100 km. La dotazione include le sospensioni attive ma i freni carboceramici sono opzionali. Otto le modalità di guida disponibili. Prezzi e dotazioni per l’Italia da definire.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ford Mustang, la muscle car che si rinnova restando fedele alla sua storia – FOTO

next
Articolo Successivo

Audi RS Q e-tron E2, proseguono i test in vista della Dakar – FOTO

next