Il modello ‘Arthur The Bear’ sognava di essere poligamo sin da adolescente: gli piaceva immaginarsi circondato da numerose donne. Solo nel 2015 però, dopo la fine di una relazione, ha deciso di coronare il suo desiderio. Oggi, a 37 anni, è sposato con otto mogli, con le quali condivide un’abitazione a João Pessoa, in Brasile. A ognuna è riservata una stanza privata, oltre a una dove possono dormire tutti insieme. Durante questa settimana, l’influencer ha condiviso sui social alcune foto di graffiti che qualcuno aveva fatto sul muro di casa sua, scrivendo “famiglia del diavolo”. E così si è tornato a parlare di lui.

“Avevamo paura, perché chi fa questo genere di cose potrebbe pensare ad altro. Il male esiste ovunque. Non avrei mai immaginato che avrei assistito a questo, perché è la mia città natale. Vengo da João Pessoa e credevo che sarei stato sempre al sicuro qui”, ha confessato a O Globo. Poi, ha raccontato alcuni particolari della sua vita: “Purtroppo non ho cloni. Cerco sempre di far coincidere gli orari. Spesso riusciamo per andare al cinema e al ristorante, per esempio. Ma esco anche individualmente con ognuna loro”. Oltre a investimenti in immobili e azioni, i maggiori guadagni finanziari derivano dalla sua attività su OnlyFans: “Ero abituato a dare la priorità a OnlyFans perché era la nostra più grande fonte di reddito. Lì mostriamo la nostra vita quotidiana a coloro che sono curiosi di sapere come sono il nostro stile di vita e la nostra intimità”, ha rivelato.

Nonostante goda di popolarità e soldi, l’esposizione sulla piattaforma gli ha provocato alcuni problemi in famiglia: i genitori delle sue donne, infatti, non accettano lo stile di vita delle figlie. Sebbene ne sia consapevole, ‘Arthur The Bear’ desidera dieci mogli e un figlio da ognuna di loro: “Sono stato cresciuto da mia nonna e in una famiglia cattolica. È stato un duro colpo quando hanno scoperto il mio stile di vita. Ho passato quasi un anno e mezzo senza parlare con loro, ma col tempo hanno cominciato a capire il mio modo di agire e di pensare”, ha concluso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Naufraga su un’isola deserta e sopravvive cinque giorni mangiando due limoni e carbone

next
Articolo Successivo

Trova un donatore online e rimane incinta con un kit fai da te: “È stato facile, e lui aveva una buona cartella clinica”

next