Dopo tante indiscrezioni, ora è ufficiale: Emma D’Aquino è la nuova conduttrice di Amore criminale, il programma di Rai3 che da quindici anni racconta le storie delle vittime di femminicidio. Ad anticipare la possibile new entry era stato un mese fa TvBlog, che aveva svelato anche il “ballottaggio” in corso tra il mezzobusto del Tg1 e Claudio Amendola, il quale sarebbe stato il primo conduttore uomo della trasmissione presentata sin dalla sua prima edizione sempre da volti femminili. A prendere il posto di Veronica Pivetti sarà invece la D’Aquino, come certificato nelle scorse ore dal Tg3 Piemonte.

Emma D’Aquino è la nuova conduttrice di Amore Criminale

Dopo Camila Raznovich, Luisa Ranieri, Barbara De Rossi, Asia Argento e Veronica Pivetti, toccherà dunque ad Emma D’Aquino condurre Amore criminale. Le prime sei puntate sono state girate in queste settimane nel Centro di produzione Rai di Torino, dov’è stata registrata anche la nuova stagione di Sopravvissute, lo spin off condotto da Matilde D’Errico. “Da quando sono a Torino, in nove giorni sono stati registrati tre femminicidi: questo numero è l’emblema della violenza sulle donne, un problema culturale. Ci scrivono tante donne, a tutte viene data una risposta e tutte vengono indirizzate ad un centro antiviolenza: questo per me è davvero servizio pubblico”, spiega la D’Aquino, che ha incontrato i familiari e gli amici delle donne che non sono sopravvissute alle violenze.

Dopo il Tg1, per la D’Aquino una doppietta su Rai3

In attesa di capire se e quando tornerà alla conduzione del Tg1 – con Francesco Giorgino e Laura Chimenti, è tra quelli che hanno rifiutato la conduzione della rassegna stampa alle 6.30 del mattino, innescando uno scontro molto duro con il direttore Monica Maggioni -, per la D’Aquino pare spianata la strada verso la conduzione, un po’ sulla scia di quanto accaduto negli anni passati al collega e amico Alberto Matano. Con un’inaspettata doppietta su Rai3. Se per Amore criminale tocca attendere fino al 20 ottobre, sabato 10 settembre debutterà con Ribelli, in onda fino al 1° ottobre alle 15.15, per poi lasciare spazio a TvTalk. In ogni puntata racconterà due personaggi “ribelli” che in vari settori hanno rotto gli schemi, invertito la rotta, rivoluzionato un genere affrontando ostacoli, rischi e sfide. I ribelli sono uomini e donne di grande talento e coraggio che hanno operato in diversi ambiti, da Oriana Fallaci a Carmelo Bene, da Pietro Mennea a Papa Luciani e Edoardo Agnelli.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

The Sandman, la nuova serie tv Netflix traspone in modo fedele il capolavoro a fumetti

next
Articolo Successivo

“Piero Chiambretti torna in prima serata su Canale 5”: ecco quando e in che programma lo vedremo

next