Il questore di Venezia, Maurizio Masciopinto, ha emesso 39 provvedimenti amministrativi con i quali viene inibito l’accesso agli impianti in occasione di eventi sportivi a carico di 19 tifosi veneziani e 20 simpatizzanti del Bologna. L’attività è scaturita dalla partita di calcio di serie A, disputata tra le due squadre lo scorso 8 maggio quando, circa un’ora prima dell’inizio della sfida calcistica, una trentina di supporters lagunari e altrettanti ultras bolognesi si sono fronteggiati tra Campo della Tana e Rio dell’Arsenale. In quella occasione, le forze dell’ordine sono intervenute evitando ulteriori conseguenze. L’esame delle riprese della polizia scientifica, dell’impianto di videosorveglianza cittadino e dei canali social, ha permesso di individuare le persone coinvolte negli incidenti. Secondo la polizia, i due gruppi si sarebbero organizzati precedentemente per ritrovarsi proprio nelle vicinanze dell’Arsenale, luogo distante dallo stadio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ex Ilva, “non furono i veleni dell’acciaieria a uccidere Lorenzo Zaratta”: prosciolti dirigenti sotto accusa per la morte del bambino di 5 anni

next
Articolo Successivo

Violenze nel carcere di Santa Maria Capua Vetere, tutti a processo. A giudizio anche ex provveditore regionale del Dap

next